“Mille voci contro la violenza” 26 novembre 2017, Milano. IL PROGRAMMA

“Mille voci contro la violenza” 26 novembre 2017, Milano. IL PROGRAMMA

 

voci
Mancano pochi giorni.

Poche ore.

Il pomeriggio del 26 novembre, dedicato alla lotta contro la violenza di genere, lo abbiamo sognato, costruito, atteso.

Per mesi, giorni ed ore.

E ora mancate solo voi: una sedia del Politeatro di Milano, in via Lucania 18, vi aspetta, dalle 16 alle 19.

Mille voci. Più una. Più due. Più altre mille e mille ancora.
Un coro che si innalza, vittorioso, sopra il sangue sparso.
Sangue di vittime e di carnefici, sangue reale e metaforico.
Sangue nero che sgorga dagli abissi oscuri della violenza, da mondi senza luce, da anime senza sollievo, da mostri senza giustificazione.

Molti esponenti della cultura, della letteratura, dell’arte, della musica, del diritto, del giornalismo, dell’editoria e della psicologia prenderanno parola accanto a volontari e a testimoni dirette. Tutti insieme contro la violenza sulle donne, tutti coinvolti in una staffetta di parole, suoni e immagini, per raccontare e raccontarsi, per narrare una Storia che è mille storie e che avrà un lieto fine, un giorno.

La mia idea, che da anni inseguivo, sarebbe rimasta tale. Un sogno senza consistenza, un passero senza nido. Invece, è divenuta realtà grazie ai tanti che hanno aderito, collaborato, scritto, parlato e donato quanto di più prezioso: se stessi.

A seguire i nomi i coloro che interverranno. Solo i nomi. Cosa vi racconteranno o leggeranno o suoneranno o mostreranno lo scoprirete in sala, a luci spente, con gli occhi sulla scena, finchè non sarete anche voi proragonisti.

Gruppo EWWA: Loriana Lucciarini e Monica Serra,  scrittrici e blogger;

Riccardo Gavioso,scrittore e blogger;

Fabio Dessole, scrittore e editore;

gruppo WOMEN IN WHITE: Paola Minussi, musicista; Nicoletta Grillo, poetessa; Barbara Bernardi, videomaker; Palma Gallana, scrittrice; Cristina Quarti, attrice;  Alle Bonicalzi, fotografa;  Marta Mariano, conceptual artist;

gruppo CULTURA AL FEMMINILE; Elisabetta Calabrese, ostetrica; Giulia Gualdani, ostretrica; Cristina Sferra, giornalista, poetessa e scrittrice; Ilaria Biondi, educatrice, traduttrice e poetessa; Giulia La Face, educatrice e scrittrice; Emma Fenu, studiosa di storia delle donne e scrittrice;

Alessia Sorgato, avvocata;

Valeria Bianchi Mian, piscologa e psicoterapeuta (Medicamenta – Lingua di donna e altre scritture);

Maria Antonietta Macciocu, scrittrice e poetessa (Se Non Ora Quando? di Torino);

Gino Marchitelli, scrittore e musicista;

Enrico Olivanti, musicista;

Maria Saccà, psicologa, psicoterapeuta e sessuologa;

Alessandra Monaco, editora;

gruppo DONNE CHE EMIGRANO ALL’ESTERO: Serena Pontoriero, project manager; Katia Giammusso, insegnante di Yoga;

Gruppo SPAZIODONNA di Salerno: Vilma Tabano, presidente e fondatrice dell’associazione; Elvira Rossi; recensora e volontaria;  Filomena Lamberti; testimone di rinascita e volontaria;

TESTIMONI DI RINASCITA: Nadia Nunzi e Paola Ibba;

Andrea Mancini, architetto e artista

Lady Be, artista

Daniela Vasarri, scrittrice e recensora (Parole ad hoc);

Marina Fichera, manager, fotografa, guida turistica, autrice… di tutto e di più!

 

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente.

Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti.
Scrivo per lavoro e per passione.
Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui “Cultura al Femminile”.

Ho pubblicato un saggio, “Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena”, un romanzo – inchiesta, “Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità”, sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, “Le dee del miele”, che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *