“Schegge di tempo” di Barbara Gabriella Renzi

“Schegge di tempo” di Barbara Gabriella Renzi

Recensione di Serena Pontoriero

Schegge

Schegge di tempo è una raccolta di poesie scritte nel corso di molti anni dall’autrice, Barbara Gabriella Renzi.

Nonostante la distanza temporale fra un componimento e l’altro, la raccolta è perfettamente organica e logica poiché tenuta insieme da un filo conduttore.

Alla maniera della tradizione romantica, la natura è utilizzata per descrivere gli stati d’animo della poetessa.

Come spesso accade, alcuni paesaggi sembrano perfettamente rappresentare i nostri pensieri grazie alla forza dei colori e dei suoni.

Così, la poesia “Sole” descrive la gioia provata all’apparizione della luce e la sensazione di calore che seguono un periodo contrassegnato dalla difficoltà, dunque grigio e freddo.

La rabbia, sentimento tabù nella nostra società, è spiegata in due versi di un’efficacia magistrale

“…Sibila d’acre
il viale buio di scricchiolii d’anima.”

Altre volte, al contrario, la natura esalta per opposizione un certo stato d’animo.

Così Barbara sembra ispirarsi alle invocazioni di Leopardi a una Natura che, insensibile, non presta orecchio :

“…stelle, bianche figlie dell’oscuro,
tenere lanterne, care,
sorridono ma nulla dicono.”

Nonostante lo stile ermetico di alcune poesie, Schegge di tempo trasmette la profonda dolcezza della sua autrice

“… versare latte e miele,
infuso di me e te.”

e, grazie a delle poesie intimiste, ci svela una parte della sua infanzia

“…Ricordo e vedo i vortici di silenzi miei non traboccare
gelare fra le labbra.”

e dell’amore provato per i genitori

“…due alberi solitari in un campo intrecciano i loro sogni
ed io m’appendo grata.”

Link d’acquisto:
https://www.amazon.it/Schegge-Tempo- Barbara-Gabriella-Renzi/dp/8869491560

Sinossi

Vi è un legame molto forte tra i miei quadri e i miei componimenti.

I brevi pensieri che trovate in questo libro sono le immagini, le metafore delle mie emozioni: i sentimenti si rivelano in rappresentazioni visive che scelgono parole per spiegarsi e dire ciò che sento e come il mondo si rivela ai miei occhi.

I vocaboli che emergono lentamente dal mio inconscio, che gocciano dalle immagini, sono riportati sulla carta fedelmente ed esprimono completamente e profondamente il mio sentito.

Il mondo e il mio animo si spiegano a me in gocce di pensiero, che ho qui raccolto.

Ogni goccia è la scheggia, il frammento di un tempo ed un’emozione passata che non ritorna ma forma chi sono e chi sono stata.

Ogni memoria è un’onda che bagna il mio corpo e la mia anima modificandoli con il suo movimento e il suo tocco del passato che diviene presente in un moto perpetuo.

Titolo: Schegge di tempo
Autore: Barbara Gabriella Renzi (Lule)
Editore: Mnamon, 2016

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile". Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.