“Nel ventre e nell’anima” di Domizia Moramarco

Semplicemente, donne.

“Nel ventre e nell’anima” di Domizia Moramarco

“Nel ventre e nell’anima”

di Domizia Moramarco

recensione di Emma Fenu

ventre

 

Nel ventre è nell’anima è una silloge poetica scritta da Domizia Moramarco e edita da Letteratura Alternativa nel 2018.

Ho avuto l’onore di curarne la prefazione che qui seguirà.

 

Prefazione

Una donna è inevitabilmente la storia del suo ventre, dei semi che vi si fecondarono, o che non furono fecondati, o che smisero di esserlo.”

Marcela Serrano
Nel ventre e nell’anima.

Dentro il cuore pulsante dell’universo.
Dentro la memoria della Dea Madre.
Dentro la Donna, dentro la progenitrice e dentro tutte le sue figlie.
Dentro.
Dentro come un figlio concepito nel mito e infinite volte partorito nella storia.

Questo diario in versi, con le frasi spezzate quali spose velate del bianco del foglio, inizia con la descrizione di uno stato di paralisi simile agli incubi che trattengono le membra e spezzano la voce.

C’è una formica che scava fra la terra negandosi il canto, alla ricerca di un senso.
C’è una farfalla che deve cogliere i confini del mare, prima che i rintocchi della mezzanotte chiudano le sue ali in un sudario.
C’è una Alice che non si riconosce nello specchio perché le è serrato l’accesso alla meraviglia.
C’è un fiocco di neve che si libra in cielo sapendo che lo schianto gli sarà fatale.
C’è una rosa che nessun piccolo principe protegge dall’incertezza di troppe domande.

Sembrano gli incipit di una fiaba.

A tratti lo è, questa silloge così intensa, perché nel finale c’è una promessa di felicità e di completezza.

La bella addormentata si risveglia, dopo essersi punta con il fuso della paura.
Biancaneve sputa il boccone avvelenato dello stereotipo.
Si risvegliano Donne, le principesse dell’immaginario collettivo.

Si risvegliano e si riconoscono creature a metà, dimidiate fra cielo e terra, fra sogno e realtà, fra prosa e poesia, fra occhi e vagina, fra ventre e anima.

Tale peculiare dicotomia è preludio della metamorfosi eterna che segue il ciclo della Luna, prima falce appuntita, poi utero colmo, infine buio di sangue nel quale rinascere a nuova vita.
Partorendo e partorendosi.
Nel liquido sacro dell’utero, sia esso nutrimento del feto o esplosione del piacere, ogni pioggia e ogni lacrima si sublimano nel moto sinuoso di una sirena che non sarà costretta a rinnegarsi ma si farà acqua.
Dissetando e dissetandosi.
La Donna, come un Narciso senza vanità, si riflette di nuovo nello specchio e da sé, senza chiedere l’intervento di un giudice esterno, si incorona la più bella e la più imperfetta, sorella della Natura e madre di ogni figlio. E di ogni figlia. E di se stessa.

Lo stile di Domizia Moramarco è un flusso di sangue e coscienza.

L’anelito della parola si frammenta in contrazioni e spasmi scanditi da metafore.

Il ritmo si fa serrato nella libertà del verso che si concede rime baciate improvvise, spezzando il fiato, fino a esplodere nell’urlo finale del parto.

È una poesia neonata che sprigiona l’eco di antiche memorie, di nenie di madri e di oracoli di sibille.

La mia vagina è una conchiglia, una tenera conchiglia rosa rotonda, che si apre e si chiude. La mia vagina è un fiore, un tulipano eccentrico, dal centro acuto e profondo, il profumo tenue, i petali delicati ma robusti.” Eve Ensler

Emma Fenu

Link d’acquisto

https://www.letteraturaalternativa.it/shop/poesia/nel-ventre-e-nell-anima-domizia-moramarco/

 

Sinossi

Questo è un viaggio nel profondo, una ricerca interiore tutta al femminile che apre la porta a una forza ancora sconosciuta: i turbamenti di un’anima che, da umanamente fragile, si scopre potente vitalità.

Un essere che, da sentirsi ombra, si fa luce nel mondo.

Una poetica dai versi ricercati che prorompono in immagini tanto fisiche quanto psichiche, parole che fanno da tramite all’inconscio che non trova più spazio nei limiti tangibili del reale.

Guidata da nuovi impulsi, l’Anima prigioniera di paure e verità nascoste, partorisce espressioni di intensa vitalità, vivide metafore che testimoniano lo spasmodico desiderio della donna di sentirsi finalmente presente a se stessa.

Prefazione dell’autrice Emma Fenu, postfazione dell’autrice Francesca Illiano.
Nota della Dottoressa Maria Grazia Civardi.
*L’opera in copertina è del grande artista Paolo Pomati

Titolo: Nel ventre e nell’anima
Autore: Domizia Moramarco
Edizione: Letteratura Alternativa, 2018

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *