“A proposito di lei ” di Banana Yoshimoto

Pubblicato da Lina Mazzotti [LiZ] il

“A proposito di lei ” di Banana Yoshimoto

Recensione di Lina Mazzotti

 

A proposito di lei

Una storia semplice ma con un dramma familiare profondo.
Yomiko e Shoichi sono una ragazza e un ragazzo, cugini, figli di due madri gemelle.

“Io e Shoichi non ci assomigliavamo per niente. Avevo sentito non so quante volte le nostre madri, una accanto all’altra con le loro facce identiche, commentare: Non si assomigliano per niente, non è strano?”

Le loro madri sono diverse tra loro, al di là dell’aspetto fisico, prendono decisioni opposte, nel confronto della vita, che le portano ad allontanarsi.

“Mia madre col tempo era ingrassata e aveva acquisito un’espressione cupa in viso, il suo corpo si era appesantito e aveva perso le forme. In confronto la zia aveva una bella figura, sottile e ben delineata. Invidiavo Shoichi […] Evidentemente le persone quando danno più importanza a qualcosa che ai propri figli, diventano dei mostri.”

Entrambi i cugini si ritrovano dopo anni di separazione con la necessità di elaborare il lutto.

“La mia solitudine nasce da qualcosa che un tempo avevo con certezza e che è venuta a mancare, e questo penso che sia il destino di tutti.
Perché non esiste nessuno che possa vivere senza perdere qualcosa.”

 Yomiko affronta il dolore per la morte violenta dei genitori, proprio per mano della madre. Mentre Shochi ha perso l’adorata madre da poco, che come ultima volontà voleva il loro avvicinamento.

“Avendo visto e sentito cose terribili, non le ho mai dimenticate e non sono riuscita a liberarmene del tutto.
Che un avvenimento sconvolgente abbia un’influenza sulle persone, naturalmente lo capisco.
E quando a qualcuno succede una cosa del genere, è fatale che la sua vita cambi.”

Affrontano insieme un viaggio nel passato, con le proprie certezze e dolori, per colmare le amnesie della ragazza.

“Esiste un mondo invisibile, parallelo a quello della realtà e che si riflette in esso, manifestandosi solo per brevi istanti, in forma di presagi o immagini.
È importante leggere sempre questi segni con molta attenzione.”

Tanti sono gli elementi: la crescita interiore, il mistero della stregoneria, le apparenze contrastanti. I sentimenti sono descritti con delicati tratti a colori pastello. Tutto è discreto, soffuso, con una brezza lieve che accarezza gli animi doloranti. I temi forti sono affrontati con dignità decorosa e compostezza di chi sa le leggi arcaiche della vita.

“Ho sempre voglia di prendere un aereo, o salire su un treno o su un’auto.
Non devo più preoccuparmi di nulla e posso dimenticarmi della mia vita senza scopo.
Mi piace solo il momento in cui comincio a spostarmi.
Quando mi avvicino a destinazione, mi prende un pò di depressione.
Devo di nuovo scendere sulla terra e immergermi nel suo tempo.
Lì gli umori di tante persone girano in un vortice, io ne sono a poco a poco catturata, ricevo qualcosa e qualcosa mi viene sottratto.
E poiché capisco che vivere significa proprio questo, lo trovo insopportabile.”

Non ci sono colpi di scena ma un fluire graduale e ci si ritrova coinvolti a provare malinconia, dubbi e curiosità, si è accompagnati a osservare il destino della vita. Per arrivare a comprendere che il riflettere e l’elaborare sono importanti ma lo è di più il riuscire a vedere al di là delle proprie aspettative guardando la realtà vera.

Mi è piaciuto molto entrare in questo libro dove si cammina in punta di piedi e si parla dell’essenzialità. Guardare i piccoli gesti quotidiani per cogliere il nucleo di pensieri complessi come in una poesia.

“La base è la forza di pensare che questo mondo sia degno di essere vissuto.
L’essere stati abbracciati, coccolati.
Il fatto di possedere tanti buoni ricordi di giornate belle.
Essere stati nutriti bene, accolti con gioia quando si dicevano le prime parole venute in mente, sentirsi figli di qualcuno, aver dormito raggomitolati in un letto caldo, aver vissuto in questo mondo con la convinzione di essere accettati.
Io penso che se si possiedono anche un pò di queste cose, a ogni nuovo evento si risvegliano, e su di esse si vanno a sovrapporre altre cose buone, come strati di scrittura o di vernice.
Perciò anche se vi sono delle difficoltà, le persone possono vivere.
Poiché queste sono la base su cui si può far crescere e sviluppare qualcosa.”

L’ultima pennellata è di speranza per un nuovo divenire attraverso l’accoglienza della metamorfosi della vita. Un libro introspettivo che lascia un turbamento come una carezza inaspettata.

 

 

 

Link d’acquisto: Amazon

 

Sinossi

Yumiko e Shoichi sono due cugini, figli di sorelle gemelle. Pur essendo stati molto legati da bambini, per anni non si sono più frequentati. Si ritrovano quando Shoichi, eseguendo le ultime volontà della madre, va a trovare Yumiko, rimasta orfana di entrambi i genitori, per prendersi cura di lei. La donna soffre di gravi amnesie che le impediscono di ricordare il passato. La sua vita trascorre in solitudine, sospesa in una specie di limbo separato dalla realtà. Shoichi, con affetto e pazienza, riesce gradualmente a risvegliare i suoi ricordi, compresi quelli legati ad alcuni drammatici eventi. Yumiko rivive infatti un terribile trauma subito da bambina, fino a quel momento rimosso: un efferato omicidio compiuto dalla madre. Ecco allora che la nebbia si dirada e il passato le appare per la prima volta chiaro. Ma la discesa agli inferi della memoria non è ancora finita: un’altra rivelazione, ancora più sconvolgente, attende Yumiko.

 

Titolo: A proposito di lei
Autore: Banana Yoshimoto
Editore: Feltrinelli, 2013

Lina Mazzotti [LiZ]

Ho sempre lavorato a stretto contatto con bambini, anziani e disabili nell’ambito dell’insegnamento ma anche nel campo sanitario e sociale. Appassionata lettrice, scrivo poesie e mi sono distinta in numerosi concorsi d'importanza nazionale e internazionale. Pratico handmade e vivo a contatto con la natura e pratico fitwalking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.