Cultura al Femminile Cinema – Il cinema di giugno

Semplicemente, donne.

Cultura al Femminile Cinema – Il cinema di giugno

Cultura al Femminile Cinema – Il cinema di giugno

A cura di Silvia Lorusso

Il cinema di giugno – i film imperdibili di questo mese, selezionati per voi da Silvia Lorusso.

cinema aprile

cinema di giugno

Jurassic World: Il Regno distrutto

REGIA: Juan Antonio Bayona

ATTORI: Chris Pratt, Bryce Dallas Howard, Ted Levine, Toby Jones, Rafe Spall, Daniella Pineda, Justice Smith, Jeff Goldblum, B.D. Wong, James Cromwell, Geraldine Chaplin

Genere: Azione, Avventura, Fantasy

Paese: USA

Data di uscita: 07 giugno 2018

TRAMA: Sono passati tre anni da quando il parco a tema Jurassic World, il sogno di John Hammond, è di nuovo andato in frantumi distrutto dai dinosauri scappati dalle gabbie. Il progetto di mettere le creature preistoriche in gabbia e trasformarle in attrazioni per famiglie ha funzionato finché lo spaventoso ibrido Indominus Rex non è evaso dal recinto, seminando il panico su Isla Nublar, che ora è abbandonata dagli esseri umani, mentre i dinosauri sopravvissuti abitano nella giungla. Ma Quando il vulcano dormiente dell’isola si risveglia, l’ex addestratore di velociraptor Owen Grady (Chris Pratt) e la vecchia responsabile del parco Claire Dearing (Bryce Dallas Howard) decidono di tornare in azione per salvare i dinosauri sopravvissuti da una catastrofe che li porterebbe a una nuova estinzione. Owen intende trovare Blue, il suo velociraptor ancora disperso nella natura selvaggia, mentre Claire ha sviluppato un rispetto per queste creature, divenute ormai la sua missione. Arrivati sull’isola mentre la lava comincia a scendere, la loro spedizione scopre che una cospirazione potrebbe riportare il nostro intero pianeta ad un pericoloso stato di disordine che non si vedeva dai tempi della preistoria. Questa volta, i nostri due eroi potranno contare sullo sguardo lucido e lungimirante del professor Ian Macolm (Jeff Goldblum), specialista della teoria del caos e sopravvissuto agli attacchi di oltre vent’anni prima.

cinema di giugno

L’atelier

REGIA: Laurent Cantet

ATTORI: Marina Foïs, Matthieu Lucci, Warda Rammach, Issam Talbi, Florian Beaujean, Mamadou Doumbia, Julien Souve, Mélissa Guilbert

Genere: Drammatico

Paese: Francia

Data di uscita: 07 giugno 2018

TRAMA: Olivia Dejazet è un’affermata autrice di gialli e deve tenere un laboratorio di scrittura a La Ciotat, città del sud della Francia nota un tempo per i cantieri navali ma ormai in piena crisi economica. Tra i suoi giovani allievi spicca Antoine, ragazzo introverso e di talento, spesso in rotta con gli altri sulle questioni politiche per le sue posizioni razziste e aggressive. L’atteggiamento di Antoine si fa sempre più violento con il passare dei giorni e Olivia sembra esserne spaventata e attratta al tempo stesso, finché la situazione sfugge drammaticamente di mano a entrambi.

cinema di giugno

Respiri

REGIA: Alfredo Fiorillo

ATTORI: Alessio Boni, Pino Calabrese, Eva Grimaldi, Milena Vukotic, Lidiya Liberman, Lino Capolicchio, Eleonora

Genere: Drammatico, Thriller

Paese: Italia

Data di uscita: 07 giugno 2018

TRAMA: Dopo aver sofferto una grave disgrazia, Francesco, un ingegnere di quarant’anni, si trasferisce insieme alla figlia nell’antica villa di famiglia sulle rive del lago d’Iseo. Tra le mura della dimora dimenticata risiede già un ospite misterioso, di cui non si percepisce nient’altro che l’eco lontana di un respiratore. Ma altre strane presenze, decisamente più oscure, minacciano la ricerca di pace di Francesco, aiutato in questo luogo di segreti solo dall’amica d’infanzia Marta (Lidiya Liberman), da sempre innamorata di lui. Perché è tornato lì? Quali ricordi lo tormentano? Riuscirà a dominare il dolore e a sopravvivere in un ambiente così sinistro? Le risposte sono custodite nei respiri che animano la silenziosa villa.

cinema di giugno

A Quiet Passion

REGIA: Terence Davies

ATTORI: Cynthia Nixon, Emma Bell, Rose Williams, Keith Carradine, Annette Badland, Jennifer Ehle

Genere: Biografico, Drammatico

Paese: Gran Bretagna, Belgio

Data di uscita: 14 giugno 2018

TRAMA: La poetessa Emily Dickinson, nata nel 1803 ad Ambers nel Massachusetts. Mentre studia alle scuole superiori decide di allontanarsi dal College di Mount Holyoke per non doversi professare cristiana. Da quel momento vivrà nella casa paterna riducendo sempre più le frequentazioni del mondo esterno e dedicandosi alla scrittura e in particolare alla poesia. Alcune sue opere vengono pubblicate mentre è ancora in vita anche se l’editore le rimaneggia per farle aderire ai canoni che ritiene più appetibili per i lettori. Terence Davies ha fatto centro dove altri hanno talvolta fallito. Immaginare cioè la biografia di una poetessa del livello della Dickinson della cui vita da autoreclusa sembrerebbe che non si sapesse abbastanza per farne un film e riuscire a trarne una narrazione che non solo si salva dalla consueta ricostruzione filologica delle opere cosiddette ‘in costume’ ma offre al pubblico occasioni di riflessione su un’epoca non dimenticando (e qui sta l’ulteriore eccezionalità) occasioni di sorriso quando non di aperta risata. Davies, grazie a una straordinaria Cynthia Nixon, delinea con maestria il progressivo aprirsi all’arte di una donna che al contempo si sta chiudendo alla vita.

È un mondo circoscritto in spazi che la macchina da presa esplora in più di un’occasione offrendo al décor il valore che esso aveva in una casa borghese e puritana dominata dalla figura di un padre comprensivo ma fermo nel decidere cosa fosse giusto e cosa sbagliato. Le parole delle innumerevoli lettere e delle poesie riecheggiano la vita di una donna dalla sensibilità acuta che si trova a vivere in un mondo in cui sono gli uomini a dominare e spinta quindi a cercare un quasi impossibile equilibrio da reclusa nel rapporto con una sorella amata e al contempo invidiata

L’affido

REGIA: Xavier Legrand

ATTORI: Denis Ménochet, Léa Drucker, Thomas Gioria, Mathilde Auneveux, Saadia Bentaieb, Florence Janas, Coralie Russier, Mathieu Saikaly

Genere: Drammatico

Paese: Francia

Data di uscita: 21 giugno 2018

Vincitore del Leone d’Argento per la Miglior Regia e del Leone del Futuro Premio Luigi De Laurentiis per un’Opera Prima al Festival di Venezia 2017.

TRAMA: La fine di un matrimonio porta a un’aspra lotta tra gli ex coniugi per la custodia di un figlio scombussolato. La lotta tra Ménochet e l’ex moglie Léa Drucker viene combattuta prima di tutto sul terreno fragile rappresentato dal figlio undicenne Julienne, interpretato da un bravissimo Thomas Gioria. Un bambino che cerca di tenere duro, e che diventa l’involontario tramite tra i due genitori, spaesato e terrorizzato testimone del precipitare degli eventi. Si potrebbe dire che è molto facile creare empatia quando si utilizza la fragilità dell’infanzia a scopi drammaturgici: chi non ha un sussulto di fronte a un bambino, forse, in pericolo, chi non prova dolore a vederlo nel mezzo di confronto aspro, di cui non dovrebbe essere nemmeno testimone? Però Legrand e capace di tenere il suo film piuttosto asciutto ed essenziale, e se cadute nella retorica ci sono, sono sporadiche e molto fugaci.

 

Thelma

REGIA: Joachim Trier

ATTORI: Eili Harboe, Okay Kaya, Ellen Dorrit Dorrit Petersen, Henrik Rafaelsen

Genere: Thriller, Fantasy, Sentimentale

Paese: Norvegia, Francia, Danimarca, Svezia

Data di uscita: 21 giugno 2018

TRAMA: L’inizio dell’Università coincide per Thelma, con la scoperta della sua attrazione per lo stesso sesso e con le preoccupanti manifestazioni di violente crisi psicogene che si innescano durante situazioni di forte stress emotivo. Quando gli strani eventi che la vedono protagonista, portano alla scomparsa della ragazza cui è legata, emergono particolari della sua infanzia che aveva rimosso ed un segreto familiare che i suoi genitori sembrano custodire gelosamente. La vocazione al racconto di formazione segna per Joachim Trier l’esordio dietro la macchina da presa con un film (Reprise) dove gli elementi autobiografici si traducono nella sofferta ricerca di una propria identità artistica e nelle impegnative riflessioni sul rapporto tra la realtà e le sue molteplici mistificazioni.

 

 

Cultura al Femminile Cinema – Il cinema di Aprile

Il cinema di maggio

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.