“Jurassic Park” di Michael Crichton

Semplicemente, donne.

“Jurassic Park” di Michael Crichton

Jurassic Park

“Jurassic Park” di Michael Crichton

Recensione di Chiara Minutillo

Jurassic Park

Quello che interessa veramente agli scienziati sono i risultati. E si concentrano sul problema se possono o meno ottenere qualcosa. Non si fermano mai a chiedersi se devono fare qualcosa. Opportunamente definiscono tali considerazioni superflue. Se non fossero loro a farlo sarebbe qualcun altro. La scoperta, credono, è inevitabile. Così cercano semplicemente di essere loro a farla. Ecco il gioco della scienza. Anche la pura scoperta scientifica è un atto aggressivo, penetrante. Richiede grandi attrezzature e cambia letteralmente il mondo. Gli acceleratori di particelle feriscono la terra e lasciano scorie radioattive. Gli astronauti lasciano rifiuti sulla Luna. C’è sempre qualche prova che gli scienziati erano là, a fare le loro scoperte. La scoperta è sempre uno stupro del mondo naturale. Sempre.

Isla Nublar, al lago del Costa Rica. Una terra paradisiaca, incontaminata, anche grazie alle superstizioni che circolano sul suo conto.

Ma per John Hammond le superstizioni non contano. Isla Nublar è perfetta e anche il terrore che incute lo è. Può lavorare in pace. Costruire indisturbato il suo sogno. Se non fosse per Gennaro, un avvocato deciso a mettere fine al progetto segreto. Gli investitori hanno paura. Gli incidenti mortali sono stati troppi. 

Allora si rende necessario l’intervento di Alan Grant, paleontologo, e di Ellen Sattler, paleobotanica. Un momento…a cosa servono un paleontologo e una paleobotanica su un’isola del Costa Rica?

Fantascientifico, ma mai banale, “Jurassic Park” è il romanzo più venduto di Michael Crichton.

Non illudetevi, non si tratta di un libro sui dinosauri. Queste creature, nella maggior parte dei casi immense, non sono né protagonisti né antagonisti. Non sono altro che uno sfondo e un pretesto.

Un pretesto per parlare di scienza e di etica. Fino a che punto si può e si deve spingere la scoperta scientifica? È giusto sperimentare senza limiti? È giusto pensare di avere il diritto di fare ciò che vogliamo in onore di un’intelligenza superiore che supponiamo di avere?

A differenza del film, in cui il messaggio principale passa con il contagocce o non passa affatto, nel libro il tema è proprio il rapporto dell’uomo con la natura. L’uomo che si crede superiore, l’uomo che si crede invincibile. L’uomo disposto a tutto per fama e denaro.

C’è stato un tempo in cui i dinosauri governavano la terra.

Ora è il momento dell’essere umano, ma basta un attimo. È sufficiente un solo istante per superare il limite imposto dalle regole naturali. Ed ecco che, da predatore, l’uomo si trasforma in preda.

Quindi, forza, salite su una jeep elettrica, allacciate le cinture e iniziate il vostro giro turistico all’interno di Jurassic Park. Aprite gli occhi e guardatevi attorno attentamente: Isla Nublar non è una semplice isola; le sue palme e le sue felci non sono quelle che conoscete. Non solo. In poco tempo vi accorgerete che, su quell’isola, fate parte del gruppo dei più piccoli e insignificanti esseri viventi.

Sarete trascinati in un’avventura di poco più di un giorno.

Sentirete alle vostre spalle il ruggito del Tyrannosaurus Rex. Osserverete sbalorditi e impauriti allo stesso tempo l’intelligenza dei Velociraptor. Rimarrete incantati a guardare un Brachiosaurus che bruca a pochi centimetri da voi. 

Sarà come viaggiare nel tempo, tornando indietro, verso un mondo estinto. Ricreato dall’uomo per la propria gloria. Liberato dalla natura per ricordarci la nostra piccolezza nell’universo.

Nel pensiero degli esseri umani, cento anni sono un periodo lungo. Un centinaio d’anni fa non avevamo automobili, aeroplani, computer e vaccini. Era un mondo completamente diverso. Ma per la terra, cent’anni sono niente. Un milione di anni sono niente. Questo pianeta vive e respira su una scala molto più vasta. Non possiamo immaginare i suoi ritmi lenti e potenti e non abbiamo l’umiltà di provarci. Abitiamo qui solo da un batter d’occhio. Se domani non ci fossimo più, la Terra non sentirebbe la nostra mancanza.

Link per l’acquisto: https://www.amazon.it/Jurassic-park-Michael-Crichton/dp/8811684714/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1530683757&sr=8-1&keywords=jurassic+park+michael+crichton

Sinossi

In un’isola sperduta al largo del Costa Rica, il miliardario John Hammond ha costruito un gigantesco parco di attrazioni biologiche. Grazie ai miracoli dell’ingegneria genetica, nel suo “Jurassic Park” potrà rivivere l’intero ecosistema dei dinosauri, estinti centinaia di migliaia di anni prima. Ma un progetto così ambizioso e delicato si mostra sin da subito troppo complesso da gestire per dei semplici esseri umani. E quando i primi esemplari di dinosauri carnivori, tra cui il gigantesco Tyrannosaurus Rex e i famelici Velociraptor, vengono avvistati è già troppo tardi.

In perfetto equilibrio tra precisione scientifica dei dettagli e atmosfera fantastica e avventurosa, Jurassic Park cattura il lettore fin dalle prime pagine, trasportandolo in un incubo che nasce dal profondo della preistoria e si proietta su un presente dominato dalle arroganti certezze della scienza.

Autore: Michael Crichton

Titolo: Jurassic Park

Editore: Garzanti

Anno: 1990

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.