“Raccontami della Scozia” di Valentina Piazza

Semplicemente, donne.

“Raccontami della Scozia” di Valentina Piazza

valentina piazza raccontami della scozia

“Raccontami della Scozia” di Valentina Piazza

Recensione di Piera Nascimbene

valentina piazza raccontami della scozia

Molto toccante questa novella lunga di  Valentina Piazza che parlando della Scozia  esprime una grande passione per questo luogo sempre magico.

Come in altri suoi lavori, il presente e il passato si fondono e si uniscono in un tocco fantasy che sembra reale.

La delusione dei tradimenti si sublima in un nuovo amore che è più impetuoso, immediato e avvolgente di tutto ciò che i protagonisti hanno vissuto fino ad ora.

Giada, dopo una lunga relazione, si ritrova sola perchè ha lasciato il fidanzato traditore, e vuole cambiare aria per  cercare di ritrovare la serenità interiore. Amante delle tradizioni celtiche, si reca a La Thuile, in Val d’Aosta per un festival popolare.

Racchiusa tra i monti sembra una cartolina.  Le montagne illuminate dal sole sono verdeggianti solo in cima. La vegetazione inizia a diradarsi facendo vedere pietre e rocce , ogni cosa profuma di fiori, erba fresca e resina.

Giunta in cima osservo affascinata un piccolo recinto di pietre denominato cromlech , un monumento megalitico di tradizione celtica che risale all’età del ferro

Lo compongono 46 pietre allungate verso il cielo…passo la mano sula superficie dura e fredda e chiudo gli occhi.

Niente, non sono stata trasportata nelle Higlands.

Nessuno scozzese affascinante in vista.

Peccato, sussurro e mi avvio sulla strada del ritorno.

Anche Evan, che partecipa alla festa con il suo gruppo musicale scozzese, ha rotto da un po’ con una compagna che vedeva la relazione in modo molto aperto e senza particolari impegni di fedeltà, e  appena conosce Giada, si sente portato verso di lei con sentimenti subito profondi.

Complice le canzoni, la bellezza dei luoghi, l’amore per le tradizioni e la storia scozzese, i due giovani lasciano il festival dopo qualche giorno e partono per le Higlands, richiamati dal desiderio di conoscere tutto ciò che li attrae di questo magico paese.

Da una città all’altra, giungono nella  valle di Glencoe e lì, a  St Conan’s Kirk,  piccola chiesetta di campagna, il sacerdote, padre Ralph, racconta loro la storia di due innamorati del 1248,  Cerys e Lachlan, che purtroppo non hanno potuto vivere il loro amore se non dopo la morte.

Dal diario di padre Seoras a Glen Etive

…Una fata misericordiosa, con un sortilegio riportò in vita i due giovani, ma non come uomini ma come cervi.

Fatati ed evanescenti, immortali, come immortale poteva essere dal quel momento il loro affetto,

i due animali si allontanarono  fianco a fianco nel fitto bosco nascondendosi al mondo e alla sua crudeltà.

Nessuno li vide più, ma io posso affermare con assoluta certezza, che una notte Cerys  e Lachlan vennero da me spingendosi  fino alla porta della chiesa  rincuorandomi sulla loro buona sorte

La storia di questo amore fa da sfondo a quello di Giada ed Evan  fjno ad una bellissima conclusione.

Pur essendo un breve romanzo, lo si gode piacevolmente e si arriva al termine soddisfatti perchè l’autrice è talmente brava che sembra di vivere le pagine, presenti e del passato, e non  solo di leggerle.

Le descrizioni sono esaurienti e invitano ad andare personalmente in queste località che sono state protagoniste di tanta storia e hanno creato leggende con protagonisti uomini e donne forti e innamorati della loro terra.

Io certo ho provato il desiderio di immergermi nella loro bellezza: grazie Valentina per questa bellissima favola!

Sinossi

Da sempre Giada sogna di visitare la Scozia, ma non ha mai trovato la spinta necessaria a partire. Delusa da una relazione fallita e dal tradimento della sua più cara amica, decide di prendersi un periodo di vacanza per visitare la festa popolare celtica che ogni anno anima i boschi vicino La Thuile, in Valle d’Aosta. Non appena si immerge nell’atmosfera del festival si sente rinascere, finalmente in pace con se stessa. Qui conosce Evan, affascinante suonatore di cornamusa di origine scozzese che le terrà compagnia per tutta la durata dell’evento.
Persi in un tempo e in uno spazio diverso dall’ordinario, dove la magia diventa reale e prende forma intorno a un falò, i due giovani scoprono di provare qualcosa l’uno per l’altra, complice un’antica leggenda che li colpirà nel profondo: lo sfortunato amore tra Cerys e Lachlan, nella lontana Glen Etive, in Scozia.
Coinvolta in un viaggio vorticoso e inaspettato, Giada vede con i suoi occhi le meraviglie delle Highlands, fino alla più lontana Kirkwall, ma non tutto andrà come previsto.
La bellezza dei paesaggi riempie gli occhi e la musica della cornamusa riecheggia tra queste pagine, portando il lettore a perdersi nelle verdi colline di Scozia.

Della stessa autrice:
“Lo scozzese dei miei sogni”.
Tesoro di Scozia“. Edito Literary Romance.

Scheda

  • Autore: Valentina Piazza
  • Titolo: Raccontami della Scozia
  • Formato: Formato Kindle

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.