Il tè del venerdì con Carragh Sheridan

Semplicemente, donne.

Il tè del venerdì con Carragh Sheridan

carragh sheridan il tè del venerdì interviste cultura al femminile

Il tè del venerdì con Carragh Sheridan

L’autrice ospite di questa settimana è una scrittrice che si occupa di romanzi storici. Le sue opere ambientate in epoca vittoriana sono molto apprezzate dal pubblico, e oggi questa scrittrice ci racconterà di sé e della sua scrittura. Pronti per condividere un tè… d’atri tempi? Eccoci allora in compagnia di Carragh Sheridan…

Ciao Carragh e benvenuta al tè del venerdì.

Ciao Antonia e grazie a te per l’invito.

Cominciamo subito con una domanda personale, e cerchiamo di scoprire qualcosa di più su di te… anche perché sappiamo che il tuo è un nome d’arte!

Ci racconti chi sei (nel limite del segreto che vuoi mantenere!) e soprattutto, da dove nasce questo tuo nome d’arte?

Anche se Carragh Sheridan è un nome d’arte posso dire di essere proprio Carragh Sheridan, nel senso che questo nome l’ho scelto unendo due nomi propri irlandesi, Carragh che significa Amore e Sheridan che significa Selvaggio e devo dire che il connubio tra i due termini si adatta perfettamente alla mia personalità. Oltre a questo e a essere una scrittrice sono semplicemente una moglie e una madre che quando non scrive deve confrontarsi con i problemi quotidiani di tutte le donne di oggi, riunioni a scuola, fine settimana trascorsi a controllare i compiti o accompagnare i figli a qualche festa di compleanno, decidere cosa far da mangiare la sera, ogni tanto concedersi una serata a guardare un vecchio film con il marito. Sono una persona molto riservata e vivo una vita molto ordinaria a volte forse un po’ banale e noiosa, mi piace cucinare, ascolto musica di vario genere e ovviamente amo alla follia leggere e sognare.

carragh sheridan

Fin de siècle: una trilogia storica. Perché hai scelto di raccontare questo periodo? Che cosa ti ha attirato in particolare?

L’idea a livello embrionale del primo romanzo uscito, Amore proibito, è un’idea che ho avuto molti anni fa, all’epoca i personaggi che avevo creato erano piuttosto differenti da quelli presenti nel romanzo oggi, ma la struttura principale della storia era più o meno la stessa. Ricordo che ai tempi avevo preparato lo schema e imbastito la prima bozza poi, confesso che non ne ricordo il motivo, non ho più continuato lasciando il progetto in un cassetto fino allo scorso anno quando mi è ritornato in mente (una cosa che mi capita spesso) e tutto improvvisamente è stato chiaro e lampante, la trama, i personaggi, il susseguirsi delle vicende, così ho deciso di ultimarlo e pubblicarlo. La scelta del periodo vittoriano è stata dettata soprattutto dal fatto che volevo scrivere storie di persone in grado di amare a un livello talmente intenso da essere disposte a lottare contro una società e scardinarne le ipocrisie pur di vivere il proprio amore, la Victorian Age mi sembrava il periodo perfetto dove inserire questi miei appassionati amanti anche un po’ eccentrici e fuori dai canoni.

carragh sheridan

Come nascono le tue storie? Quali sono le tue fonti di ispirazione?

Io credo che le mie storie nascono e rimangono sopite dentro di me per un tempo variabile, poi, un giorno, un elemento qualsiasi, potrebbe essere un’immagine, una canzone, un profumo, spesso si è trattato di un sogno notturno, accende una scintilla che lavora quasi completamente da sola (non so se possiamo definire questo come ispirazione) e nel giro di qualche tempo mi ritrovo ad avere dentro di me i personaggi e le trame, il più delle volte a un livello molto grezzo, è così che comincio ad abbozzare schemi e profili dei personaggi, prima di arrivare al romanzo finito però devo passare diverse fasi di lavorazione, quella più lunga e più importante è la fase di studio delle fonti, almeno per i romanzi d’ambientazione storica. Solo dopo la fase di studio, la stesura dei profili e dello schema definitivo comincio la scrittura vera e propria del romanzo.

carragh ssheridan

I tuoi romanzi sono intrecci di storie su cui spicca una trama principale. Come muovi i tuoi personaggi? A quali ti sei affezionata di più nel corso del tempo?

Confesso che mi piacciono le storie corali dove si intrecciano vicende e personaggi che si inseriscono a livelli diversi nella trama. Per quanto riguarda la saga Fin de Siècle la storia è impiantata su tre coppie e tre differenti storie d’amore che si sviluppano in tempi diversi ma coesistono in quasi tutti i romanzi, intorno a queste tre coppie gravitano tutti gli altri personaggi che si muovono nel contesto storico e sociale di una Londra vittoriana. Gli altri personaggi daranno poi vita a nuove storie che si possono definire degli spin-off (come l’ultimo uscito Dove prendono casa gli Angeli). Per cui la saga comprende le tre vicende principali, la storia di Charlotte e Anthony che si è sviluppata in Amore proibito, la storia di Theresa e James che si è sviluppata in Passione proibita e la storia di Virginia e Joshua che ha percorso i due romanzi ma si svilupperà in modo pieno in un altro volume non ancora uscito, Sogno proibito. Per cui ci sono i tre volumi principali: Amore proibito, Passione proibita e Sogno proibito, che genereranno degli spin-off sviluppando le storie dei personaggi di contorno alle tre coppie principali e dei seguiti delle tre storie stesse. Ammetto che non ho un  personaggio preferito, quando scrivo di solito sono perdutamente innamorata del mio protagonista o della mia protagonista per cui alla fine mi affeziono a tutti e li amo in egual modo.

Progetti futuri?

Sto già lavorando a un nuovo capitolo della saga, che vedrà come protagonisti principali ancora Theresa e James, dal titolo Se sei un sogno non svegliarmi e sarà il seguito di Passione proibita ma che uscirà prima di Sogno proibito. E ovviamente sto studiando per progetti che si stanno formando per cui consiglio ai miei lettori di tenere sott’occhio il mio sito per poter seguire le mie novità.

Quale genere ti piacerebbe esplorare? Quale periodo storico, oltre all’800, ti affascina?

Il prossimo anno vedrà la luce un nuovo progetto un po’ particolare nel quale ho voluto sperimentarmi, dove la narrazione si svolge su due livelli e tocca due periodi storici, l’attuale e quello medievale. Direi che il Medioevo è un altro di quei periodi storici dal quale potrei rimanere stregata.

tè del venerdì

E non poteva mancare… come prendi il tè? ^_^

Con latte e niente zucchero.

 

Grazie per averci fatto compagnia, e alla prossima!

Grazie a te per questa bella intervista e a presto.

vittoriano

SAGA FIN DE SIÈCLE

di Carragh Sheridan

disponibile in formato cartaceo ed ebook (gratis con KindleUnlimited)

historical romance, pubblicazione in self publishing

Di cosa parla la saga:

In un’Inghilterra che si avvia alla fine del XIX secolo si snodano le avventure dei personaggi che ruotano intorno alla famiglia dei conti Bramby e a quella dei visconti Abbott, nobili originari della contea di Brambyshire.

La saga historical romance narra le vicende, gli amori, le passioni, le avventure, gli intrighi e gli intrecci di un gruppo di personaggi, nobili ma non solo, che si muovono in Inghilterra e nelle sue colonie partendo dagli ultimi anni del XIX secolo, in piena victorian age, per poi spostarsi nel tempo attraverso gli anni e la storia entrando anche nel primo ventennio del XX secolo.

I libri che compongono la saga comprendono, oltre a molti personaggi che compaiono più o meno in ogni volume e a molti altri che appaiono di volta in volta, vicende e storie che si muovono in differenti periodi storici che abbracciano un’ampia fetta di storia dell’Inghilterra e delle sue colonie, ma non vengono proposti al pubblico in uno stretto ordine cronologico, pur essendo tutti accomunati da elementi ricorrenti.

FIN DE SIÈCLE. AMORE PROIBITO

di Carragh Sheridan

formato ebook: € 1.99 (gratis con KindleUnlimited)

formato cartaceo: € 16.00

pagine: 644

genere: historical romance

Self publishing

Data pubblicazione: 16 agosto 2017

Protagonisti: Charlotte e Anthony

link d’acquisto: https://www.amazon.it/dp/B0745WV4QS/

Trama:

Inghilterra XIX secolo.

Lord Anthony Bramby è un conte che ha voluto realizzare il sogno che suo padre aveva prima di morire, quello di avviare un opificio. Un sogno da sempre ostacolato dalla contessa sua moglie. Un sogno che ha lasciato la famiglia in ristrettezze economiche ma che il nuovo conte è riuscito a far fruttare risollevando le sorti di un progetto che appariva fallimentare. Un sogno che Anthony vuole far crescere ulteriormente aprendo un atelier a Londra, in Regent Street. Un’idea che va contro il volere di sua madre e della sua giovanissima fidanzata Eliza. Un progetto che Anthony non ha deciso di avviare da solo ma insieme a Lady Virginia, sua sorella minore. Bella e intelligente zitella che coglie così l’occasione per poter fuggire dalla casa natale e affrancarsi dalla dispotica madre.

Charlotte Worth è una sarta che ha avuto in sorte il nome del famoso stilista creatore dell’haute couture. Cresciuta senza una vera famiglia, fuggita da un ricovero poco più che bambina si è ritrovata, per fatalità, a provare il lavoro di ago e filo e a scoprire un talento inaspettato. Così a soli diciannove anni occupa il posto di prima sarta in uno degli atelier più rinomati di Bond Street.

E proprio in un pomeriggio di gennaio i suoi occhi color del cielo di primavera incrociano quelli grigi di Anthony, nell’atelier dove lei lavora e dove lui ha accompagnato la fidanzata e la sorella a fare acquisti. Per il conte Bramby è amore a prima vista, un colpo di fulmine impossibile da ignorare perfino a occhi esterni come quelli della sua fidanzata Eliza che, furiosa di gelosia, riesce a far licenziare la sarta in modo ingiusto.

Il mondo di Charlotte va in frantumi e lei si ritrova senza un lavoro e senza un posto dove vivere. Lo spettro di un passato terribile torna presente e tutti i suoi sogni si sciolgono come neve al sole. Ma il destino, nei panni di Lady Virginia, si presenta con una generosa offerta che Charlotte non potrà rifiutare. Una proposta che le permetterà di continuare a lavorare come sarta e di non dover ritornare alla vita di stenti e fatiche che aveva condotto per anni, nonché di poter stare accanto all’uomo che ha rubato il suo cuore e la sua anima, il cui pensiero domina i suoi sensi in modo incontrollabile.

Così l’Atelier Bramby comincia la sua attività in una Londra che si avvia alla fine del secolo, tra i tavoli della sartoria dove si partoriscono nuove idee e nuovi stili, le stoffe preziose, i divani di broccato della sala prove e le capricciose richieste di clienti blasonate ed esigenti. Mentre un amore proibito nasce e cresce tentando di superare gli ostacoli per poter essere vissuto da Charlotte e Anthony. E intorno a loro tutti gli altri personaggi. Tutti con i loro sogni proibiti, le anime in subbuglio, la passione che chiede solo di poter esplodere e il desiderio represso di poter consumare amori imbrigliati in una società eccessivamente formale, coercitiva e castrante come quella vittoriana.

FIN DE SIÈCLE. PASSIONE PROIBITA

di Carragh Sheridan

formato ebook: € 1.99 (gratis con KindleUnlimited)

formato cartaceo: € 16.00

pagine: 624

genere: historical romance

Self publishing

Data pubblicazione: 9 maggio 2018

Protagonisti: Theresa e James

link d’acquisto: https://www.amazon.it/dp/B07C5PGX64/

Trama:

Inghilterra, XIX secolo.

Dopo il matrimonio del conte Anthony Bramby con la giovane sarta Charlotte Worth il prestigioso atelier londinese dei fratelli Bramby, sito in Regent Street, è condotto e gestito da Lady Virginia, affiancata dall’amica Theresa Murphy, diventata prima sarta, e dal braccio destro del fratello, l’amministratore dell’opificio di Winstley, Joshua Stevens.

Nella contea di Brambyshire, nel frattempo, la vita del visconte Edward William Abbott, zio di Anthony, è agli sgoccioli a causa di un male improvviso che lo sta consumando. L’uomo assistito da Victoria, unica delle sue figlie ancora nubile e rimasta nella casa paterna, è tormentato da rimorsi e rimpianti. Sa di essere arrivato ormai alla fine della sua esistenza e di avere molti peccati da farsi perdonare, dalle sue figlie ma, soprattutto, dall’unico figlio maschio ed erede del titolo e del patrimonio, James che, in preda al delirio e al dolore, chiede insistentemente di far rientrare dalla Francia, dove ormai si è trasferito definitivamente, prima che sopraggiunga la fine.

James Abbott, dopo essere fuggito da Londra incapace di accettare l’idea di aver perso per sempre l’amore di Theresa, si è costruito una nuova esistenza a Parigi che sembra destinata a essere il suo futuro, ma tutto cambierà nel momento in cui riceve la lettera di sua sorella Victoria che lo implora di rientrare in Inghilterra prima che per il padre sia troppo tardi. E i ricordi affiorano con tutta la loro prepotenza nell’anima del futuro visconte dilaniato tra il senso del dovere verso il suo nome e il suo casato e il timore di tornare a Londra in un viaggio non solo fisico ma anche a ritroso nel tempo. Un ritorno in quel baratro di sofferenza che è stata la sua vita anche a causa di una famiglia che non lo ha mai accettato veramente. Un viaggio che lo costringerebbe ad affrontare il dolore e la frustrazione per la perdita dell’unica donna che abbia mai amato, che lo abbia profondamente cambiato. Nonché ad affrontare la tentazione di tornare a cercarla, di potere ancora rivedere gli occhi neri da cerbiatta di Theresa Murphy e sentire il suo profumo.

Tornano le avventure dei personaggi che ruotano intorno alle famiglie Bramby e Abbott. La determinata e concreta Lady Virginia Bramby, il dissoluto, affascinante cugino James Abbott, nonché l’irrequieta Theresa Murphy e il posato, affidabile mister Joshua Stevens in una tormentata vicenda che costringerà Theresa e James ad affrontare il passato, quell’amore mai dimenticato, quella passione proibita che ancora li consuma, anche se lei è fidanzata con un altro uomo e lui deve ereditare, oltre al titolo di visconte, tutti i segreti e i misteri che il padre si è portato nella tomba.

Intorno a loro molti altri personaggi che entrano nella vita dei due amanti incrociando la loro strada, qualcuno sostenendoli, ma i più tramando alle loro spalle con l’intento di separarli ma, soprattutto, di ostacolare e far spegnere quella passione proibita che brucia i cuori, le anime e i corpi di Theresa e James, costretti a combattere contro un destino fatto di intrighi e ostacoli insidiosi che cercherà di dividerli.

FIN DE SIÈCLE. DOVE PRENDONO CASA GLI ANGELI

di Carragh Sheridan

formato ebook: € 1.99 (gratis con KindleUnlimited)

formato cartaceo: € 14.00

pagine: 368

genere: historical romance

Self publishing

Data pubblicazione: 8 agosto 2018

Protagonisti: Elinor e Roderick

link d’acquisto: https://www.amazon.it/dp/B07F5XX7YX/

Trama:

Inghilterra, XIX secolo.

È trascorso oltre un anno da quando Lord Roderick Chesterton è stato lasciato sull’altare dalla ricca e giovanissima Lavinia Carpenter che gli ha preferito un umile cocchiere.

Uno scandalo che ha fatto il giro di tutti i salotti londinesi e, soprattutto, che ha fatto svanire tutti i progetti del conte ormai quasi sul lastrico convinto di potersi risollevare con quel matrimonio di interesse. Nonostante l’accordo con la famiglia Carpenter sia andato a monte e Lord Chesterton stia dando fondo alle sue ormai magrissime finanze, il conte non sembra deciso a rinunciare alla vita a cui è abituato fatta di gioco d’azzardo e belle donne, due cose che non intende farsi mancare anche se la sua focosa amante Rosemary gli ha ormai preferito un nobile meno attraente e giovane ma decisamente più abbiente.

Così in una fredda notte che sta preparando Londra al Natale del 1888 Roderick Chesterton si ritrova ancora una volta in compagnia di donne a pagamento a perdere il suo denaro in una casa da gioco poco signorile in un quartiere londinese malfamato. E proprio al termine di quella serata il destino riserva al conte un incontro inatteso con una donna dai capelli rossi e dai modi alquanto inconsueti che gli strappa un bacio inaspettato riuscendo a sconvolgerlo come nessuna donna era riuscita a fare prima di quel momento.

Il conte trae la sconosciuta da una situazione imbarazzante e una volta riaccompagnata a casa, in uno dei quartieri più eleganti e ricchi della città, la saluta convinto di non rivederla mai più. Ma il fato sembra aver deciso diversamente e qualche giorno dopo, mentre il Natale si fa sempre più vicino, la misteriosa dama rossa ritorna nella sua vita proponendogli un insolito accordo, una proposta che lo lascia interdetto ma che potrebbe essere la soluzione di tutti i suoi problemi.

Biografia di Carragh Sheridan

Carragh Sheridan è il nome d’arte di un’autrice italiana che vanta una lunga esperienza come ghost writer e articolista. Ha pubblicato diversi romanzi su commissione e molti a nome di altri autori. Nel 2016 ha deciso di dedicare un tempo maggiore alla passione per la scrittura, che coltiva fin da giovanissima, e ha cominciato a pubblicare anche testi suoi scegliendo il nome d’arte di Carragh Sheridan, che è la fusione di due nomi irlandesi classici. Nel 2017 poi combinando la sua passione per la storia a quella per il romance ha deciso di cimentarsi nel genere historical pubblicando i primi volumi della saga Fin de Siècle. Quando non scrive fa la moglie e la madre. Ama leggere ma seleziona a istinto e non per genere, ama la buona cucina, il buon cinema, il teatro, nuotare e fare lunghe gite in bicicletta con il marito e i figli. Per mettersi in contatto con lei i suoi lettori possono scrivere all’indirizzo carraghsheridan@gmail.com oppure attraverso il suo sito www.carraghsheridanwriter.wordpress.com.

Carragh Sheridan su Amazon

Il tè del venerdì

 

 

 

2 risposte

  1. Carragh sheridan ha detto:

    Grazie mille per la vostra ospitalità e per questa bellissima intervista e buon fine settimana ad Antonia e a tutte voi. Carragh Sheridan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.