Il tè del venerdì con Linda Bertasi

Il tè del venerdì con Linda Bertasi

linda bertasi

Il tè del venerdì con Linda Bertasi

di Antonia Romagnoli

Riapriamo le danze dopo la pausa per le feste natalizie e inauguriamo il nuovo anno con Linda Bertasi, autrice di narrativa, contemporanea e storica, e blogger.

Ciao Linda e benvenuta al tè del venerdì!

linda bertasi

Ciao a tutti, e grazie a voi per questa bella intervista.

Prima domanda personale, ti propongo di raccontarti attraverso un autore che ami come lettrice, un’opera letteraria, una poesia che ti emoziona e una canzone.

Autore: Jane Austen, mia Musa dall’età di dodici anni.

Opera: Il Cavaliere d’Inverno, il mio romanzo preferito.

Poesie non le amo, ma posso citare il Maestro assoluto per me Shakespeare con una sua frase: Il mio amore è profondo come il mare, più te ne do, più mi sembra di possederne, è come l’infinito. (Romeo e Giulietta)

Canzone: L’Origine dedicata a noi Donne.

linda bertasiLinda, Sei un’autrice e una blogger. Come ti raffronti alle due modalità di scrittura, anzi, alle modalità di scrittura specifiche dei vari generi in cui ti cimenti?

Io scrivo sempre seguendo l’ispirazione, non seguo un particolare iter, sono più predisposta al romanzo storico, mi viene naturale scrivere dialoghi e narrato come vivessi in quei tempi, chi mi conosce mi definisce infatti una donna nata nel secolo sbagliato. Nei miei scritti, i punti di forza sono l’ambientazione e l’introspezione, punti cardine che mi contraddistinguono. Non cambio modalità a seconda del genere, tranne naturalmente per il gergo dell’epoca trattata. linda bertasiLa tua produzione letteraria è ampia, spaziando dal fantasy allo storico. C’è un filo conduttore che lega la tua scrittura? Che cosa, invece, cerchi (e vuoi trasmettere) nei vari generi che affronti?

L’amore muove ogni mio scritto, c’è sempre una componente legata all’amore, all’amicizia e anche alla figura della donna nella società. Come dicevo, seguo l’ispirazione, non scrivo pensando a cosa trasmettere, è poi il romanzo a definirlo. Considero la scrittura una specie di magia. Posso dirti, però, che generalmente negli storici ho affrontato il tema della donna e della sua forza, inserita in una società che la voleva sottomessa e remissiva, dell’amore più forte del tempo e del destino. Nel paranormal ho affrontato il tema della reincarnazione a me molto caro, dove punto cardine è sempre il destino e negli altri (fantasy e contemporaneo) affronto il tema della libertà cara a ogni essere umano.

linda bertasi

Cultura al femminile: che significato ha per te personalmente questa definizione? Esiste una cultura, una letteratura al femminile? Come ti collochi in essa?

Io sono spiccatamente femminista, e i miei testi lo dimostrano. Le mie eroine sono sempre combattive, impavide, tenaci, temerarie. La letteratura al femminile esiste, e io ne sono una paladina. Tutti quei romanzi sulle donne e per le donne in cui ognuna di noi può ritrovarsi, a volte. La cultura al femminile la inserirei come materia didattica, se si potesse, per esplorare le diverse epoche e confrontarle tra loro, ammirando quanti progressi abbiamo fatto e ne faremo ancora.

linda bertasiProgetti futuri? Quali generi ancora ti piacerebbe sperimentare e quali invece non ti attirano proprio?

Non amo particolarmente la fantascienza, e gli anni ’20 non fanno per me. Il mio futuro è nel romanzo storico. Il mio prossimo progetto sarà un romanzo corposo su Anna Bolena, la venero dall’età di dodici anni. In un’altra vita, senza dubbio, devo averla incontrata. Amo molto anche i gialli e i thriller, ma non credo di essere all’altezza per scriverne.

linda bertasi

Dal Salotto non si scappa senza una tazzina! Come lo prendi il tè? ^_^

 Classico, tè al limone con qualche biscottino.

 

Ciao Linda e grazie per averci fatto compagnia!

 

Un saluto a voi e a tutti i vostri lettori, grazie per lo spazio.

Linda Bertasi

Linda Bertasi nasce nel 1978.
Nel 2010 esordisce con il romance “Destino di un amore, cui fanno seguito il paranormal-romance “Il rifugio – Un amore senza tempo” che le vale il secondo premio al concorso letterario “Valle Senio” 2012, nel 2013 pubblica il romanzo storico “Il profumo del sud” che le vale la qualifica di Autore Commendevole al Premio Letterario Europeo “Massa”.

Collabora con magazine, web-magazine, lit-blog e case editrici.
È una delle fondatrici del gruppo “Io leggo il romanzo storico” ed è socia ordinaria EWWA.

Sposata e con una figlia, vive nella provincia di Ferrara dove gestisce una piccola realtà commerciale.

http://lindabertasi.blogspot.com/

Tutti i libri di Linda Bertasi

https://www.amazon.it/Libri-Linda-Bertasi/

Le interviste del venerdì

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − diciotto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.