Lupa in fabula – di Manuela Lunati

Semplicemente, donne.

Lupa in fabula – di Manuela Lunati

Lupa in fabula – di Manuela Lunati

Recensione di Emma Fenu

lupa fabula

Lupa in fabula è una silloge di racconti e poesie di Manuela Lunati edita da Eretica nel 2019.

Iniziamo dal titolo.

Lupus in fabula è un’espressione latina, usata da illustri oratori, che tutt’oggi persiste nel linguaggio comune per indicare l’arrivo di qualcuno o qualcosa di cui si stava discorrendo proprio in quel momento.

Tale irrompere sulla scena sortisce, secondo l’antica leggenda, l’effetto di una momentanea afasia,  causata, per l’appunto,  dall’essere visti da un lupo.

In questo contesto, ossia in relazione alla silloge della Lunati, ritengo che la traduzione letterale dell’espressione renda bene l’intento narrativo: ossia lupa, intesa come donna nella sua istintività, nel discorso, ossia nella narrazione.

I componimenti, infatti, hanno un comune denominatore: le protagoniste sono donne di varia età, condizione sociale e etnia che manifestano, implicitamente o esplicitamente, le proprie fantasie, spesso negate, o i propri desideri, talvolta realizzati, in ambito sessuale.

Manuela Lunati scrive racconti, ricchi di citazioni colte, di riferimenti letterari e di espressioni dialettali ben ponderate, iscrivibili nel genere erotico, ma non è tanto la sollecitazione dei sensi a coinvolgere il lettore, quando la volontà sfrontata di una sana affermazione della pulsione sessuale libera, disinibita e lecita dell’universo femminile.

La lotta per la parità, l’affermazione in campo professionale, la maternità tutelata e consapevole, la partecipazione alla gestione della res pubblica e la libertà da ruoli e stereotipi generati da una cultura patriarcale e sessista non può non includere il diritto al piacere.

Le donne “lupe” non sono né prede né predatrici, vivono l’eros come componente essenziale della propria femminilità, si svincolano da tabù mortificanti, sperimentano con curiosità, non hanno remore e preconcetti, sono in armonia con se stesse.

Essere in armonia con se stesse, infatti, implica il conoscersi, il sapere cosa piace e cosa no, il cercare di soddisfarsi senza sensi di colpa anche quando il contesto circostante è sessuofobico, misogino e mortificante.

Una menzione particolare va al racconto ambientato in Afganistan durante il regime talebano, dedicato a due vittime dell’annullamento della dignità e della presenza, perfino fisica, delle donne.

In esso si sintetizza e si compie perfettamente il messaggio complessivo del libro: un inno alla libertà delle donne.

Libertà di esistere, di mostrarsi, di parlare, di studiare, di avere voce e di godere della propria femminilità, perché l’orgasmo femminile non è una chimera, è una realtà.

Link d’acquisto

https://www.amazon.it/Lupa-fabula-Manuela-Lunati/dp/8833440729/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1549555241&sr=1-1&keywords=lupa+in+fabula

Sinossi

Chi è che l’aveva istruita a contentarsi?

Improvvisamente le fu chiaro d’essere stata, per tutta una vita, decisamente frugale nelle sue voglie.

È desiderio quello che anima le protagoniste dei trenta testi che compongono questa raccolta.

Un viaggio attraverso il corpo delle donne, sede e strumento di una libertà costantemente assediata da censure e autocensure, così come dall’ossessione amorosa.

L’eros – vissuto o fantasticato – è il fil rouge che lega queste storie: ora moltiplicato da un’incolpevole esuberanza, ora mortificato dalla maternità, dalla malattia, dall’educazione.

L’universo femminile, in bilico tra piacere e dolore, tra obbedienza e rivolta, si rivela con parole di donna.

Titolo: Lupa in fabula

Autore: Manuela Lunati

Edizione: Eretica, 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.