Nel cuore della notte – di Rebecca West

Semplicemente, donne.

Nel cuore della notte – di Rebecca West

Nel cuore della notte di Rebecca West

Recensione di Romina Angelici

rebecca west nel cuore della notte

 

Secondo volume della trilogia firmata da Rebecca West, seguito de La famiglia Aubrey.

Nel cuore della notte… la bellezza e la magia si schiantano contro l’incubo della guerra.

Le gemelle Mary e Rose sono ormai cresciute, le ritroviamo ragazze che sono diventate, come nelle migliori e sapienti aspettative della madre, affermate pianiste.

Era una giornata così incantevole che desideravo si potesse vivere con la stessa lentezza con cui si può suonare.

Come se la musica di cui le gemelle si sono cibate sin da piccole potesse applicare un filtro alla realtà e renderla comunque armonica e piena di accordi di cui godere.

Sedevamo nella stanza piena di sole, godendone come se fossimo fiori e non ragazze.

Il talento musicale è l’ancora di salvataggio che preserverà questa famiglia dal naufragio, anche quando cedono i pontili di ormeggio.

L’eccezionalità degli Aubrey non risiede tanto nelle doti artistiche di cui ciascuno di essi sembra provvisto (tranne l’egoista e seppur bella Cordelia), quanto nella loro finissima sensibilità per tutto ciò che le circonda.

La poesia è come la musica, arriva al significato in un altro modo.

Il passaggio dall’infanzia all’età adulta, non più protetto dalla ignara divinità della Musica, diventa traumatico per l’incontro della malattia e della morte che falciano gli spiriti più nobili della casa.

Il mondo reale era senz’altro quello in cui un bosco tenebroso riusciva a sentire la propria miseria, il fiume aveva l’aria di essere indaffarato, e forze senza nome potevano accendere gli alberi di un messaggio che non aveva alcun significato. Perché li poteva esistere la morte; ma nel mondo di tutti i giorni, dove le persone suonavano il pianoforte e facevano lezione e mangiavano e dormivano, non c’era posto per quella cosa che non era un oggetto, non era un’azione, non era nemmeno un pensiero che si potesse pensare, e che tuttavia sorpassava in violenza qualsiasi tempesta, lasciando un vuoto profondissimo là dove c’era stato qualcosa di enorme. Sentivo un dolore nella testa perché lì si stavano incontrando due mondi.

Nonostante il presago titolo, nel libro aleggia la stessa atmosfera rarefatta di sincera meraviglia per un giardino in fiore e l’elementarità delle emozioni sbocciate, peraltro solo suggerite.

…lei aveva la testa appoggiata al cuscino e non cercava di nasconderla anche se era bagnata di lacrime; e lui inspirò profondamente a denti stretti, ma continuò a guardarla come se fosse un campo di fiori.

Una famiglia, gli Aubrey, che è stata accostata ai March di Louisa May Alcott, per la caratura morale dei valori che l’hanno cementata in unione, splendore e unicità e che trasmette un grande insegnamento: le gioie e i dolori della vita affrontati con dignitosa compostezza e animo fermo.

Che le relazioni complicate non siano un’esclusiva degli adulti è una delle più grandi ingiustizie della vita.

Sinossi – Nel cuore della notte 

È trascorso qualche anno da quando abbiamo salutato la famiglia Aubrey. Le bambine non sono più tali: i corsetti e gli abiti si sono fatti più attillati, le acconciature più sofisticate; l’ozio delle giornate estive è solo un ricordo.

Oggi le Aubrey sono giovani donne, e ognuna ha preso la sua strada: le gemelle Mary e Rose sono due pianiste affermate e vivono le difficoltà che comporta avere un talento straordinario. La sorella maggiore, Cordelia, ha abbandonato le velleità artistiche per sposarsi e accomodarsi nel ruolo di moglie convenzionale.

La cugina Rosamund, affascinante più che mai, lavora come infermiera. La madre comincia piano piano a spegnersi, mentre il padre è sparito definitivamente.

Poi c’è lui, il piccolo Richard Quin, che si è trasformato in un giovane seduttore brillante e, sempre più, adorato da tutti.

La guerra, che piomberà sulla famiglia come una catastrofe annunciata, busserà anche alla sua porta, e sconvolgerà ogni cosa. Mentre l’Inghilterra intera è costretta a separarsi dai suoi uomini, l’universo delle Aubrey si fa sempre più esclusivamente femminile: gli uomini e l’amore rimangono un grande mistero, un terreno inesplorato da attraversare, pagine ancora tutte da scrivere che, forse, troveranno spazio nel prossimo volume di questa appassionante saga familiare.
Dopo La famiglia Aubrey, Nel cuore della notte è il secondo capitolo della trilogia di Rebecca West.

Scheda

Titolo: Nel cuore della notte
Autore: Rebecca West
Editore: Fazi Editore

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.