Non era vero – di Clare Mackintosh

Non era vero – di Clare Mackintosh

Non era vero – di Clare Mackintosh

Recensione di Emma Fenu

non era vero

Non era vero è un thriller psicologico di Clare Mackintosh edito da Dea Planeta nel gennaio 2019.

Fermati, Anna. Non scavare a fondo nella terra nera che copre la tomba della memoria.

Fermati, Anna. Ci sono verità che lacerano in mille pezzi, che spaccano il cervello, che ottenebrano i sensi.

Fermati, Anna. Pensa alla tua bimba, ancora neonata, e al tuo compagno: non mettervi in pericolo.

Fermati, Anna. Non è vero, non è vero nulla di ciò che credi, di ciò che ricordi, di ciò che sai, di ciò che immagini.

Sei sicura di voler sapere?

Tom e Caroline sono una coppia sposata, hanno una figlia di 24 anni e gestiscono, con il fratello di lui, una concessionaria di auto.

Una famiglia apparentemente normale.

Eppure, i coniugi si suicidano, a pochi mesi di distanza, gettandosi da una tristemente rinomata scogliera della zona, dopo aver raggiunto in auto il luogo e dopo aver lasciato sul ciglio dell’abisso i propri effetti personali.

I testimoni non sono attendibili e i corpi, complice l’innalzamento della marea, non vengono ritrovati, tuttavia il caso viene archiviato come suicidio.

Anna, la loro figlia, sconvolta dal lutto, si reca presso uno psicoterapeuta: fra i due scatta subito attrazione (e conclusione della terapia) e nel primo incontro viene concepita Ella, non programmata ma molto amata.

Nei giorni che precedono il Natale, in occasione del primo anniversario annuale della morte della madre, Anna riceve un biglietto anonimo inquietante a cui seguirà un climax di minacce che la porteranno a cercare l’aiuto di un agente in pensione, per far luce sul mistero.

Gli eventi, tuttavia, prendono una piega drammatica e Anna non vuole più che si riaprano le indagini: ora ha un segreto inconfessabile da custodire, a costo della vita.

Ma ha davvero scoperto la verità o è vittima di un’ennesima menzogna?

E il lettore è in grado di svelarle gli oscuri retroscena del proprio passato prima di arrivare all’epilogo?

Non era vero è un romanzo ben orchestrato, coinvolgente, ricco di suspance ma mai scabroso, che affronta un tema tabù, che non posso svelare, tramite due figure agli antipodi ma che sono accomunate da una simile condanna.

Link d’acquisto

 

Sinossi

“Suicidio. Ne sei proprio sicura?”.

È un biglietto con queste parole a sconvolgere ancora una volta l’esistenza di Anna, reduce dalla doppia morte, a pochi mesi di distanza, prima del padre e poi della madre.

Ma se la polizia non ha mai avuto dubbi nel classificare come suicidio quel duplice volo sulle rocce a picco e le acque agitate di Beachy Head, Anna non sa darsi pace.

Il solo a darle ascolto è Murray Mackenzie, agente in pensione che alla cura della moglie malata alterna il servizio come volontario presso la Centrale.

All’insaputa dei colleghi, Mackenzie si mette a caccia di indizi in grado di dare sostanza ai dubbi di Anna.

Perché non esistono storie senza ambiguità e doppi fondi, né famiglie senza segreti.

Titolo: Non era vero
Autore: Clare Mackintosh
Edizione: Dea Planeta, 2019

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.