“Amica” di Elisabetta D’Auria Colombo

“Amica” di Elisabetta D’Auria Colombo

Amica

“Amica” di Elisabetta D’Auria Colombo

Contest Lettere al Femminile

Lettere al Femminile
Amica.

Ero fragile ma c’eri tu, eri sempre lì per me.

Empatiche, allineate, connesse, ci muovevamo in sintonia con un denominatore comune: l’allegria.

Solo tu riuscivi a capirmi al di là delle apparenze, senza filtri, senza pregiudizi.

Ero quella che ero e potevo vedere chiaramente la mia essenza riflessa in te!

Anni spensierati e felici sorretti dalla tua luce immensa.

Sei andata via all’improvviso, verso la tua nuova vita, verso i tuoi sogni e in quel momento qualcosa in me si è spezzato.

I pezzi sparsi come satelliti hanno ruotato intorno alla mia anima fragile e sperduta per anni.

Solo la vita e la dannata maturità hanno rimesso insieme i miei frammenti ed oggi, quando ti sento, ancora una volta ritrovo me stessa e ti ritrovo: due pazze allegre, scatenate, ironiche, spensierate, con quel pizzico di pensiero brillante in più che ci ha sempre contraddistinto e che, condiviso, fa la differenza.

Ti voglio bene, amica mia. Non è possibile spiegare questa complicità infinita, che non conosce tempo né distanze, si può solo gioirne.

Ciao

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.