“In cammino” di Federica Sanguigni

“In cammino” di Federica Sanguigni

“In cammino” di Federica Sanguigni

Recensione di Maria Cristina Sferra

In cammino

“In cammino” è una raccolta di poesie di Federica Sanguigni, edita da Edizioni Progetto Cultura nel 2018.

È verso l’orizzonte che cammina l’autrice.

Un orizzonte interiore mutevole che si sposta seguendo l’incedere della vita, mentre l’autrice si immerge nelle esperienze che incontra.

Un orizzonte dinamico, vicino e lontano che, a volte, viene raggiunto e superato, nella tensione verso quell’oltre misterioso dove risiede la Poesia.

“Io vado
oltre il giusto
e lo sbagliato.”

La poetessa si mette in gioco senza timore delle apparenze.

Mette se stessa sul palcoscenico della propria rappresentazione, incurante dell’incapacità del mondo di accogliere le sue rivelazioni.

E mentre va e si ferma, lei pesca nel profondo e dona senza riserve.

“Al teatro delle utopie
ho recitato il mio pezzo migliore
davanti a un pubblico sordo.”

Lungo il percorso intrapreso l’attendono incontri che lasciano il segno e scavano negli abissi delle viscere e dell’anima.

Lei sola può intingere la penna nell’inchiostro del vissuto per farne narrazione in versi.

Opposizioni costanti costellano le sue poesie, creando un ritmo che è solo in apparenza contraddittorio.

“Nella palude
addormentata e inquieta
dei miei se
dubbi e certezze
convivono senza guardarsi.”

Lungo la strada, dopo aver ricevuto la benedizione di un amore, la poetessa sente con anticipo la fine del sentimento.

Con un raffinato sesto senso percepisce ciò che verrà.

Lei sa che il suo orizzonte si è spostato di nuovo.

E si rimette in cammino.

“Dentro di te
è sorto l’addio.”

La nostalgia arriva e pervade le parole, donando alle poesie una vena struggente e carica di amara dolcezza.

Le visioni si fanno dolenti mentre l’orizzonte si trova ora alle spalle, lontano, nel passato.

La consapevolezza diviene pietra su cui riposare i passi stanchi per trovare nuove energie e ricominciare ad andare.

“Ci sono luoghi e profumi
che mai più mi accoglieranno.”

La forma poetica che ci viene proposta è complessa, gli accostamenti verbali inaspettati, le immagini evocative e vibranti.

“In cammino” di Federica Sanguigni è una raccolta di grande intensità, da rileggere più volte per poterne cogliere tutte le sfumature e apprezzare ogni dettaglio.

“I miei sogni
non hanno limiti
e divorano nuovo cibo
in attesa di incontri reali.”

Potete acquistare il libro a questo LINK

In camminoSinossi

“Il ‘cammino’ di Federica Sanguigni va avanti senza voltarsi indietro, come spinto da una necessità, qualcosa di inevitabile; non è un percorso determinato (vien da pensare alle particelle della fisica quantistica e al principio di indeterminazione) eppure ha delle tappe precise, o meglio i paesaggi cambiano, gli scenari che attraversa: prima una ‘giungla deserta’, poi un ‘teatro delle utopie’ (con un “pubblico sordo”), poi un mercato delle illusioni’. A un certo punto, ai piedi di una montagna, è tale la stanchezza che è inevitabile una sosta. Ma è solo un’apparenza: il cammino riprende, questa volta a ‘occhi bendati’. Ora è una palude di dubbi, voci infide, una melma malefica in cui l’instancabile viandante s’impantana, e si addormenta, affogando. Ma niente paura: è solo l’inizio. Ci sarà un incontro, succederanno cose, delusioni, rimpianti, rimorsi, ma anche una rivelazione finale, avvolta anche lei nel mistero.” (Claudio Damiani)

Titolo: In cammino
Autore: Federica Sanguigni
Editore: Edizioni Progetto Cultura

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + undici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.