La casa degli specchi – di Cristina Caboni

La casa degli specchi – di Cristina Caboni

La casa degli specchi –

di Cristina Caboni

Recensione di Serena Savarelli

casa, specchi

Il nuovo romanzo di Cristina Caboni, La casa degli specchi, racconta la storia di due donne, Milena ed Eva, la prima nipote e la seconda nonna mai conosciuta.

Le due protagoniste sono legate dalla stessa passione e dalla dedizione per la famiglia che entrambe mettono al primo posto.

L’amore che provano per i familiari è talmente predominante che loro saranno disposte a fare qualsiasi cosa per custodirlo.

Tornare a casa, lasciare casa e, persino, raggiungere l’America, perché ciò che conta davvero è salvaguardare
le persone che amano.
Tra Milena ed Eva c’è una terza donna, Marina, la quale galleggia tra le acque di Positano come ricordo lontano, ma vivo e indelebile.

Insieme a Marina, che è stata madre e figlia fino alla sua scomparsa precoce, anche Michele diventa un trait d’union tra la nipote Milena e la sua adorata moglie Eva.

Tuttavia, in ogni famiglia c’è sempre un segreto che, prima o poi, viene alla luce e sconvolge le vite.

Il nonno Michele soffre di Alzheimer e la sua confusione non aiuta Milena a incastrare bene i tasselli dei ricordi e della verità.

Era lui che le aveva insegnato che i se e i ma non servono a nulla. Una cosa è o non è. Meglio farsene una ragione.

Ma c’è troppa foschia sulla sua infanzia, sulla scomparsa di sua nonna e sul ritrovamento di un mucchio di ossa nel terreno della grande villa di Positano, dove ha vissuto, da piccola, con il nonno, per farsene davvero una ragione.

Ma quel mistero l’attrae con la stessa intensità con la quale la passione per la recitazione la spinge a mettersi alla prova.

Milena si convince che, per tutelare la salute di suo nonno, è sua responsabilità seguire le vicende e ripristinare l’equilibrio della sua famiglia, spezzato tanti anni prima; prima della sua nascita, sono accadute troppe vicende che hanno impedito ai suoi nonni di vivere felici aPositano, nella villa chiamata la casa degli specchi.

E sarà proprio uno di questi specchi, dalle cornici lavorate dalle stesse mani di Michele, a svelare l’origine del mistero, partendo dal giorno in cui sua nonna, giovane e bella, raggiunse Venezia e conobbe Michele.

Ma di chi sono i resti dell’uomo trovato sepolto nel pozzo della villa degli specchi?

E perché sembra collegato alla vita dei suoi nonni?

Milena scoprirà che per raggiungere la verità dovrà ripercorrere a ritroso le loro vite e, in questo percorso, confrontarsi con incontri inaspettati e determinanti, verità sconcertanti e trattenendo emozioni, variabili come il mare di Positano, che tanto la chiama.

“Torno in Costiera ogni volta che posso, se fosse per me mi ci trasferirei tutto l’anno.”

Non gli disse di preciso dove andava, non gli disse altro, non voleva parlare di Michele, né di quello che era accaduto. Non voleva pensare a sua madre e a suo padre.

“Cosa te lo impedisce?”

Era una domanda logica, pertinente, ma ebbe qualche difficoltà a rispondere.

“Sono in cerca di qualcosa e là non credo che ci sia.”

“Molte volte quello che cerchiamo altrove in realtà è dentro di noi.”
Non gli rispose subito, si prese il suo tempo per guardarlo.

Leggere il nuovo libro di Cristina Caboni è stato come conoscere un altro luogo con la stessa intensità che una persona proverebbe nel viverci davvero.

Tra le sue pagine ritroviamo i colori, i profumi e i sapori di casa, dove sono sempre le donne le grandi protagoniste, donne forti, coraggiose, pronte davvero a tutto per proteggere chi amano, donne che non scappano facilmente e che cercano sempre di affrontare la vita a testa alta.
Man mano che la vicenda scorre il lettore viene preso per mano da Milena e volentieri l’accompagna pieno di curiosità; la voglia di sapere cosa nascondesse Eva, la nonna di Milena, quali segreti si celavano dietro il cognome della sua famiglia e quali fossero i legami tra tutti i personaggi cresce, capitolo dopo capitolo.

Quella raccontata in La casa degli specchi è una storia che l’autrice rappresenta grazie alla descrizione dei luoghi e delle persone, rendendo tutto, nella mente del lettore, reale e facilmenteimmaginabile con tutti e cinque i sensi.

“C’è un profumo buonissimo.”

“È un odore tipico di questa parte della Costiera: il mare e la limonaia mescolano le loro essenze.”

Tutti i protagonisti nati dalla penna di Cristina Caboni sono ben descritti, con caratteristiche proprie e persone facilmente riscontrabili nella vita reale.

Saranno le azioni di tutti loro, ogni vissuto pieno di emozioni e paure, a svelare pian piano il mistero che avvolge intere famiglie.

Positano e la casa degli specchi diventano il punto dove converge alla fine la totalità delle risposte e il lettore lì scopre
che tutto è stato un incredibile e difficile viaggio per poter tornare a casa e che senza una quarta donna la vita avrebbe avuto ancora più sofferenze.

Avvolto dal rumore del mare, dal profumo della limonaia e dalle emozioni di Milena il lettore potrà davvero scoprire il blu più bello del mondo…

Link d’acquisto

Sinossi

La grande villa di Positano è l’unico posto che Milena riesca a chiamare casa.

È cresciuta lì,insieme al nonno Michele, e ne conosce ogni angolo, a partire dal maestoso ingresso rivestito da
dodici specchi con cornici d’argento intarsiate.

Specchi che sembrano capaci di mettere a nudo la sua anima.

Milena li ha sfiorati mille volte alla ricerca di risposte, ma un giorno trova qualcosa di inaspettato: un gancio che apre il passaggio a una stanza segreta.

All’interno le pareti sono tappezzate di locandine di vecchi film.

Quando Milena legge il nome di una delle interpreti non riesce a crederci.

È un nome proibito in quella casa. È il nome di sua nonna che, tanti anni prima, è fuggita in America senza lasciare traccia.

Frugando tra le sue carte, Milena scopre cose che non avrebbe mai immaginato.

Che era un’attrice nella Roma della dolce vita. Che ha lottato per farsi strada in un mondo affascinante, ma dominato dagli uomini. Che i loro sogni sono molto simili.
Anche lei vuole calcare le scene, ma ha paura di mettersi in gioco.

Fino a quando non si imbatte in alcuni indizi che suggeriscono qualcosa di misterioso e non può fare a meno di chiedersi perché nessuno le abbia mai parlato di sua nonna.

C’è solo una persona che può darle spiegazioni, ma Michele è restio ad affrontare l’argomento.

Milena è convinta che gli specchi luccicanti che decorano l’atrio della villa abbiano assistito a eventi terribili, che nella storia della sua famiglia ci sia un segreto che nessuno vuole riportare a galla, mentre per lei è vitale far emergere la verità per capire a fondo il presente.

Titolo: La casa degli specchi
Autore: Cristina Caboni
Edizione: Garzanti, 2019

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.