A Lucca 2019 mi sarebbe piaciuto esserci

Semplicemente, donne.

A Lucca 2019 mi sarebbe piaciuto esserci

A Lucca 2019 mi sarebbe piaciuto esserci!

di Altea Alaryssa Gardini

Cosa posso dire che non sia stato già detto sul Lucca Comics and Games edizione 2019 che non sia già stato detto?

Nulla, se non: anche quest’anno avrei dovuto essere lì!

Avrei dovuto, ma mi è stato impedito dalla vita, strane coincidenze astrali che nemmeno nelle mie migliori partite di Dungeons & Dragons si sono verificate.

Ve la racconto come fosse un gioco fantasy?

Per Lucca non è necessario essere pronti, la vocazione c’è e si deve solo seguire. Bisogna essere lì per salvare il mondo! Per congiungersi a tutti coloro che, come te e tutto il boschetto della tua fantasia (Non ne abbia a male Elio e tutte Le Storie Tese se ho preso in prestito questa espressione), vedono il mondo nelle colorazioni dell’avventura.

Come dicevo, avevo quasi lo zaino in spalla e l’arma nel fodero quando il dio di tutte le sfighe mi ha fatto visita:

“Ciao Altea, dove stai andando?”

Altea: “Oh buongiorno, Oscuro Portatore di Sfortuna (non gli si può dire che porta sfiga, altrimenti te ne manda altre), come vede vado a Lucca. So che è un po’ particolare come invito, vuole venire anche lei?”

Miei signori, voi non ci crederete ma mi ha guardato commosso e poi, avvicinandosi in maniera melliflua, mi ha strappato il biglietto dalle mani e ha sorriso.

“No, tu non ci vai ma io sì. Ho preparato un bellissimo cosplay. Mi vestirò da Geralt di Rivia e andrò a fare visita al suo autore. Voglio l’autografo, un bacino in fronte e un una pacca sulla spalla e, quando si rifiuterà di farlo, non sarà affatto colpa mia se i fan non lo ameranno”.

Poi? Poi è sparito!

Così, in una bolla di risate e fumo, mi ha lasciato uno dei libri della saga di Geralt e un dvd di Star Trek.

Simpatico, no?

Perché ve lo racconto ora? A due settimane dal termine del festival?

Perché non mi sono persa d’animo e ho chiesto a chi era lì. Ci ho messo un po’ a reperirli, Lucca Comics & Games è un piacere ma un enorme impegno per tutti e dovevo dare loro il tempo di tirare le fila della loro esperienza.

Sapete già delle numerose mostre che erano presenti.

Sapete anche che, a Lucca Comics and Games 2019, erano presenti: Andrzej Sapkowski, autore della saga che vede come protagonista l’amatissimo Geralt di Rivia;
Sir Patrick Stewart che tutti noi conosciamo come il Capitano Picard della USS Enterprise nella serie Star Trek.

Lucca, Comics & Games

E non solo loro.

Al Lucca Comics & Games sono presenti anche autori, meno famosi di Sapkowski, ma di eccezionale talento.

Non a caso, tra le numerosi iniziative, a Lucca, si conferisce il Trofeo RiLL per il miglior racconto fantastico di quest’anno. Fidatevi di me, questo premio va a degli autori che tutti Voi dovete conoscere. Nel portale di culturalfemminile.com trovate tutte le mie recensioni alle raccolte dei migliori racconti e alle monografie di alcuni vincitori.

Quest’anno faccio i miei complimenti a Laura Silvestri che ha ottenuto il Trofeo con il suo racconto Leucosya. Presto ti leggerò!

Dall’associazione culturale RiLL ho contattato Alberto Panicucci che mi ha regalato il ricordo del suo Lucca Comics and Games e quello del premio per il miglior racconto fantastico.

Gli avevo chiesto dieci righe di Lucca e lui ha scritto di getto con l’amore per il suo lavoro e quello di tutti i partecipanti al Lucca Comics & Games:

“Ho poco più di dieci righe per parlare dell’annuale trasferta a Lucca Comics & Games. Cioè alla “isola che c’è”, come diceva uno slogan di qualche anno fa che gli amici lucchesi, con molta ispirazione, si inventarono. E quello esattamente è: una città che diventa una “bolla di sapone” (o una nuvola parlante, se preferite), per qualche giorno, tenendo magicamente lontano il tran-tran della vita quotidiana, e mettendo invece a portata di mano draghi, fumetti, giochi, cosplayers… insomma tutte le cose che sono Fantasia, Immaginazione, Creatività e (di conseguenza) Allegria. È un week-end che aspetto tutto l’anno, ed è rigenerante. Semplicemente.

Poi, per inciso, io a LCG (Lucca Comics & Games) ci lavoro pure, nel senso che l’associazione RiLL (di cui sono socio) porta al festival i libri di racconti che realizza annualmente, ha uno stand (con cui, appunto, mostrare e magari vendere i suddetti libri) e, infine, cura la premiazione del nostro concorso letterario Trofeo RiLL per il miglior racconto fantastico (nel 2019: edizione del venticinquennale, con 345 partecipanti!). Quindi insomma c’è anche una certa dose di fatica, e impegno, per me e gli altri “compari” di RiLL, ma è quella fatica bella, che ti lascia dentro un senso speciale di soddisfazione.

Un week-end rigenerante, appunto. Mi ripeto, scusate, ma perché è proprio così.”

Altra spettacolare novità di quest’anno, nel mondo dell’editoria, è stata la presentazione del Calendario Tolkeniano e della nuova edizione cartacea, in occasione dei suoi 30 anni,  de “La ruota del tempo” di Robert Jordan.

Lucca, Comics & Games

particolare della copertina di ” I Fuochi del cielo. Volume V” illustrato da Antonello Venditti

Infatti, dalla collaborazione della Casa Editrice Fanucci e Paolo Barbieri, uno dei più famosi illustratori Fantasy; la serie di è vestita di 15 nuovi illustratori, uno per volume.

Ho carpito l’esperienza al Lucca Comics & Games da uno di loro: il bravissimo Antonello Venditti!

“Questo Lucca comics 2019 è stato sicuramente il più entusiasmante di tutti gli altri.

Quest’anno sono stato ospite al firmacopie Fanucci per essere stato selezionato alla realizzazione di una delle copertine per la saga di Robert Jordan, La Ruota del Tempo.

Ho partecipato, come gli altri anni, alla realizzazione di un’opera pittorica che aveva come tema La storia infinita presso l’area performance, sessioni di poche ore di live painting.

Poi, come tutti gli anni, presso lo stand Dark zone edizioni ad accogliere i miei lettori, anche solo per una stretta di mano o un abbraccio. Questo nuovo festival mi ha fatto lavorare molto, ma mi ha dato anche tantissimo, sotto tutti gli aspetti. Innanzitutto rivedere gli amici e i colleghi è in primis l’elemento che più mi spinge ad amare sempre di più il mio lavoro e poi le nuove conoscenze e i nuovi confronti che mi arricchiscono ancor di più a livello umano e professionale.

Ho avuto il piacere di lavorare al fianco di grandi artisti internazionali del panorama fantasy, e nel padiglione Carducci (game), di valore assoluto ce ne sono tanti.

Ricevere i complimenti da chi mi segue fa sempre piacere, ma gli abbracci richiesti, le strette di mano o una foto da fare insieme per i social mi rendono orgoglioso e fiero poiché sono la dimostrazione che l’affetto che ricevo è grande.

Al di là della pioggia copiosa e incessante che avrebbe potuto intralciare il normale svolgimento della manifestazione, sono stati giorni anche pieni di “piacevole” stress, di notti lunghe fatte di cene in compagnia, di risate, di progetti futuri e di grandi collaborazioni che presto vedranno la luce. insomma, non vedo l’ora che ritorni presto il prossimo anno.”

Vi accennavo ad altri autori meravigliosi? Ve L’ho detto, al Lucca Comics & Games 2019 io non c’ero, ma non mi sono persa d’animo e ho rubato l’esperienza altrui per donarla a voi.

Mia altra ospite è Daisy Franchetto, autrice della Trilogia “Io sono Lunar” ed edita per la Dark Zone.

“Il mio Lucca Comics quest’anno è stato “ristretto” e intenso.

Ho partecipato alla giornata di venerdì, quella che ha toccato il picco di affluenza e vi assicuro che la presenza delle persone si sentiva tutta. Lucca, come altre fiere, è una grande occasione di contatto e scambio.

Io frequento in particolare il mondo della letteratura fantastica, ma Lucca Comics è molto di più, è il fantastico all’ennesima potenza. Quando si cammina per le vie della città (o comunque si prova a camminare data la folla) si può incontrare di tutto, davvero di tutto.

Aneddoto simpatico: lungo la via ho incrociato tre ragazzi travestiti da Nazgul e, nonostante la calca, c’era il vuoto intorno a loro. Erano talmente realistici che forse era meglio star loro a debita distanza.”

Ragazzi, sapete una cosa? Al Lucca Comics & Games puoi essere di qualsiasi colore o umanità: si è tutti uguali, una comunità di amanti del fantastico e si diventa amici. Non importa se sei famoso: Lucca è un abbraccio, una fucina, un mondo!

Chi altro potrebbe dirvi come è andata quest’anno?

Con più di 270.003 biglietti venduti, questo è il 53° anno del festival.

Vi lascio con uno stralcio del comunicato stampa che riassume il Lucca Comics and Games e vi parla di quello che io, per questioni si spazio, non vi ho detto:

“Cuore pulsante della manifestazione sono gli ospiti provenienti da ogni parte del mondo, che anno dopo anno arricchiscono il programma del festival. Per la prima volta il Maestro Hirohiko Araki ha raccontato al pubblico italiano la genesi della sua opera più famosa, Le bizzarre avventure di JoJo. Dal Giappone anche il padre di Gigi la trottola, manga ed in seguito anime cult degli anni ’ 80, il Maestro Rokuda Noboru, e per la prima volta in Italia l’autrice Emil Ferris, che proprio l’anno scorso a Lucca con La mia cosa preferita sono i mostri aveva vinto il premio Gran Guinigi come Miglior Graphic Novel. E poi ancora Don Rosa, famoso in tutto il mondo per le sue storie su Paperon de’ Paperoni e tutta la famiglia dei Paperi, e Chris Claremont, autore che nel corso dei suoi 50 anni di carriera ha rivoluzionato il fumetto supereroistico, insignito a Lucca con il prestigioso premio alla carriera Yellow Kid. Tra i fumettisti di casa nostra: la disegnatrice Sara Pichelli, Zerocalcare, Leo Ortolani, Gipi, Fumettibrutti, Sio e molti altri.”

e non solo…

“Imponente presenza del gioco di ruolo che quest’anno ha visto appassionati d’ogni età destreggiarsi in un vero sotterraneo per sfidarsi a Dungeons & Dragons. Tra le iniziative: D&D Epic, il maggior evento a tema mai realizzato in Europa con 180 giocatori e 30 Dungeon Master che hanno giocato la più grande sessione simultanea di D&D nel nostro continente. Tra i più appassionati giocatori di Dungeons & Dragons che hanno dato spettacolo a Lucca, anche l’attore hollywoodiano Joe Manganiello. Per Magic: The Gathering, il gioco di carte collezionabili più famoso al mondo, erano presenti a Lucca i due celebri illustratori John Avon e Melissa Benson. Anche in ambito games la crossmedialità è stata un elemento cardine come dimostra il progetto dei giochi da tavolo Cthulhu: Death May DieZombicide e Zombicide: Invader che coinvolge sceneggiatori di grosso calibro come Luca Enoch e Stefano Vietti.”

Lucca, Comics & Games

L’attore Joe Manganiello e il D&D

sempre di più…

“Tra le eccellenze di quest’anno il programma dell’Area Movie, a cura di QMI – Stardust. Amazon Prime Video ha salutato la sua prima volta a Lucca Comics & Games con un ospite d’eccezione, Sir Patrick Stewart, salito sul palco del Teatro del Giglio per annunciare il ritorno di Picard ai fan di Star Trek. Accanto al celebre attore britannico, anche gli altri interpreti della serie Amazon Original Star Trek: Picard. Netflix è tornata a Lucca per presentare la nuova serie originale The Witcher tratta dai romanzi di Andrzej Sapkowski. Il pubblico del festival ha potuto assistere all’anteprima mondiale del trailer e incontrare, oltre all’autore della celebre saga, anche la showrunner della serie Lauren Schmidt Hissrich e le attrici protagoniste Anya Chalotra e Freya Allan.Piazza Anfiteatro è stata invece“occupata” da La Casa di Carta. Tra gli altri ospiti: Joonas Suotamo, l’attore finlandese che interpreta Chewbacca in Star Wars: L’Ascesa di Skywalker; Rebecca Sugar, creatrice della serie cult targata Cartoon Network Steven UniverseFrancesco Montanari protagonista de Il cacciatoreAlessandro Rak Lorenzo Mattotti. Come sempre non sono mancate le grandi anteprime, da Terminator: Destino Oscuro a Zombieland: Doppio colpo, fino alla première dell’attesissima serie tv Sky His Dark Materials – Queste oscure materie.”

Tiè, oscuro signore della Sfiga! Hai causato pioggia, hai provato a dar fastidio al festival e invece sei stato battuto, anche da chi è rimasto a casa!

Vi lascio con i link alle mie recensioni delle antologie RiLL, di Daisy Franchetto e il volume scritto ed illustrato da Antonello Venditti.

Un enorme grazie alla segreteria della pagina Facebook di Lucca Comics & Games. Siete Grandiosi e gentilissimi. Grazie all’organizzazione del festival. Ci vediamo, spero, l’anno prossimo!

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.