Petrademone 3. Il destino dei due mondi di M. Castagna

Petrademone 3. Il destino dei due mondi di M. Castagna

Petrademone

Petrademone 3.

Il destino dei due mondi di M. Castagna

Recensione di Altea Alaryssa Gardini

Petrademone
Petrademone. Il destino dei due mondi è il terzo capitolo della saga Fantasy, edita per Mondadori nel 2019, nata dalla magnifica penna di Manlio Castagna.

Per dirla con le parole di una canzone che amo molto:

“È una vecchia storia questa qua, raccontata già tanti anni fa…”

(Lettera al futuro, E. Ramazzotti)

Una storia che trova le radici tra le ossa della madre terra.

Quando il mondo giunse a dover decidere come andare avanti, vennero alla luce le differenze di coloro che lo abitavano e, per amor dell’equilibrio di forze, nacquero il bene e il male.

Le due forze non sono mai state destinate ad esercitare la loro supremazia sull’altra ma quando il male è troppo una luce è destinata a sorgere, sempre.

Frida è la luce di Petrademone.

I Border Collie sono i suoi guerrieri e i suoi protettori.

I suoi amici e la sua famiglia sono la sua forza.

Quando la ragazzina entrò nel regno di Amalantrah non sapeva cosa l’avrebbe aspettata.

Non si può pensare di affrontare il male senza lasciare indietro pezzi di se stessi.

Non si può crescere e trovare la propria strada senza pensare che una fitta di dolore, talvolta, ci strapperà tutte le energie che abbiamo in corpo.

Come fare allora ad andare avanti?

Una certa Galadriel direbbe a Frodo di usare la luce. Se lui non troverà il modo, nessun altro potrà.

Trovare il coraggio dentro al proprio cuore è la soluzione, anche quando tutto è buio e non si vedono le altre stelle.

La ragazza, ormai quasi una donna, deve affrontare l’ultimo tratto del viaggio che la porterà ad impedire che Shulu risorga.

Non è sola, i suoi amici sono sempre con lei anche se non sono lì a tenerle la mano.

Ci sono prove per cui il sostegno è vitale ma nessuno può affrontarle al posto tuo e dirti come farlo. C’è solo un modo in cui le si può affrontare: il proprio.

In questo viaggio si parla si forza, di amicizia e di crescita ma, sopra ogni cosa, si parla di fede. Perché prima di ogni altra considerazione, a volte, è solo necessario un atto di fede incondizionata.

La fiducia è la chiave.

Petrademone sta per vivere la sua più grande battaglia con Frida come suo generale.

Petrademone è il cancello di ogni cosa, una forte quercia in mezzo alla tempesta.

Petrademone è al confine tra i due mondi e, molto presto, si deciderà il destino di essi e delle vite che custodiscono.

Non posso dirvi altro, non sarebbe leale.

Mi dispiace lasciare questa storia ma so che ogni personaggio ha avuto il suo finale anche se, forse, non era che desiderava per se stesso. In fondo, la vita è così, ha sempre delle sorprese da riservare e al destino non si può scappare.

Grazie Manlio Castagna.

La tua storia, nutrita con amore e un milione di altre suggestioni ha incantato i suoi lettori e ora, come è stato per te, ci troviamo a salutare a malincuore, davanti al cancello di Petrademone, i suoi protagonisti.

Link all’acquisto

Sinossi

La missione di Frida, Miriam e dei gemelli Oberdan è arrivata alla prova estrema.

L’armata del Male capeggiata dalla Signora degli Urde sta devastando i regni ultraterreni di Amalantrah e sconfina nel nostro.

Tempeste, cataclismi e creature mostruose portano morte e distruzione in entrambi i mondi. Per fortuna Miriam e Frida scoprono di possedere doni straordinari, anche se devono imparare a padroneggiarli. Al fianco dei quattro amici ci sono anche gli affetti mai veramente persi, nonché entità molteplici e millenarie.

Intanto le urla si levano dalle città annientate, e gli animali sacrificati per ridare vita all’Ombra che Divora non bastano più: l’infernale Hundo mira a Valdrada, alle anime dei bambini che dovranno dare consistenza a Shulu.

La Luce e l’Oscurità si fanno carne e sangue, gli specchi ingannatori si infrangono, l’amore si spinge oltre la morte: in una corsa contro il tempo nella terra senza tempo, quale sarà il destino ultimo dei due mondi?

Il capitolo finale della saga fantasy.

Età di lettura: da 10 anni.

Titolo: Petrademone 3. Il destino dei due mondi
Autore: Manlio Castagna
Editore: Mondadori, 2019

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.