Il diritto di opporsi di Destin Daniel Cretton

Semplicemente, donne.

Il diritto di opporsi di Destin Daniel Cretton

Il diritto di opporsi di Destin Daniel Cretton

Recensione di Federica Sanguigni

“Il diritto di opporsi” è un film di Destin Daniel Cretton, uscito nelle sale cinematografiche italiane il 30 gennaio 2020.

Se si è amato il libro “Il buio oltre la siepe” indignandosi visceralmente per l’ingiustizia subita dall’uomo difeso da Atticus Finch, se si è pronti a versare lacrime di rabbia, se si crede che la speranza sia importante e necessaria perché ci permette di lottare, di credere ancora nei veri valori, di non soccombere, allora non si può assolutamente perdere la visione di questo film straordinario.

Il giovane e brillante avvocato Bryan Stevenson, appena laureato a Harvard e con una promettente carriera davanti a sé, decide di dedicare la sua vita professionale alla difesa dei diritti dei più discriminati, persone accusate ingiustamente e condannate alla pena capitale. Il primo caso che si trova ad affrontare è quello di Walter McMillan che, nel 1987, viene accusato dell’omicidio di una ragazza di 18 anni nonostante l’unica prova contro di lui sia la testimonianza di un criminale pronto a mentire.

il diritto di opporsi

Ma McMillan è nero e la donna uccisa è bianca.

Tanto basta alla comunità (bianca) della cittadina di Monroeville, Alabama, dove si svolge la vicenda. L’importante è che ci sia un colpevole (nero) e quell’uomo sfortunato è Walter McMillan.

Tratto da una storia vera, il film descrive le vicissitudini del giovane avvocato afroamericano deciso a non mollare e a dimostrare l’innocenza del suo assistito. Si scontrerà con il razzismo ancora fortemente presente nella città di Harper Lee, dove è stato creato anche un museo per i diritti civili citato nello stesso film. La stessa scrittrice viene nominata nella pellicola. Ma nulla sembra esser mutato dai lontani anni in cui è ambientato “Il buio oltre la siepe”. La popolazione è ancora molto razzista, gli uomini di legge sono pronti a occultare la verità, la giustizia è sempre e solo una cosa per ricchi e bianchi.

il diritto di opporsi

Il film “Il diritto di opporsi” non è solo la storia di un bravo avvocato e di un nero accusato ingiustamente.
Il film “Il diritto di opporsi” è una chiara denuncia dell’ingiustizia.

Nell’America che realizza ogni sogno e che vuole insegnare al mondo la democrazia, uomini e donne senza colpa vengono accusati, incarcerati e, spesso, condannati a morte. L’America che pare essere la paladina della libertà, è anche la terra dove tante, troppe persone vengono uccise in nome di una superficiale e artificiosa giustizia.

“Il diritto di opporsi” è un film di Destin Daniel Cretton, uscito nelle sale cinematografiche italiane il 30 gennaio 2020.

“Il diritto di opporsi”, splendidamente interpretato da Michael B. Jordan nel ruolo dell’avvocato e da Jamie Foxx nel ruolo dell’innocente detenuto, è l’ennesima dimostrazione che il razzismo e le ingiustizie sono mali difficili da sradicare,  “gli uomini riducono la vita dei propri simili a un inferno, specie quella dei negri, senza nemmeno riflettere un istante sul fatto che sono uomini come noi!” (dal romanzo “Il buio oltre la siepe”).

E quello che sconvolge, è che tutto questo accade ancora oggi.

 

Il diritto di Opporsi – Trailer

Il Cinema di Caf

 

https://www.mymovies.it/film/2019/il-diritto-di-opporsi/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.