“Le spose della Luna”di Emma Fenu

“Le spose della Luna”di Emma Fenu

Spose della luna

“Le spose della Luna” di Emma Fenu

Recensione di Serena Pontoriero

 

“Le spose della Luna” è l’ultimo romanzo di Emma Fenu, edito da Officina Milena. 

L’intreccio si ispira ad un fatto realmente accaduto: nella Sardegna del 1911, una giovane donna, Paska Devaddis, è ingiustamente accusata di omicidio. Per sfuggire ad una giustizia sommaria, la giovane decide di darsi alla macchia nell’entroterra fino a quando la malattia, inesorabile, la condurrà verso l’eternità e ne farà leggenda. 

Emma Fenu, ispirata da questa giovane donna, delinea i tratti del suo personaggio – di finzione – Franzisca. Con lei vivremo le difficoltà della vita da bandita, l’amore appassionato e pure immacolato, la malattia, la gelosia e la magia. 

Le forze di questo romanzo sono molteplici: 

Lo stile

Al di là della storia raccontata, il lettore sarà sicuramente sorpreso dallo stile. La vicenda è sì raccontata ma non in modo lineare, preciso, netto. Essa è, piuttosto, suggerita, evocata, svelata. Il racconto sembra un incanto sospeso fra prosa e poesia, fra italiano e sardo. Più che parlare al nostro emisfero logico, “Le spose della Luna” si rivolge al nostro emisfero emozionale utilizzando termini carnali, viscerali, umani, che contribuiscono a creare immagini oniriche. 

La Storia d’Italia

La vicenda si svolge in una Sardegna senza tempo, retta da regole e tradizioni quasi eterne. Da lontano si intravede l’Italia, la sua Storia, e si percepisce l’enorme fatica che farà il nuovo Stato a instaurare un dialogo con l’isola e le sue leggi eterne. 

L’unica indicazione temporale ci è data dall’incontro/scontro con la storia della Penisola. Senza questo riferimento temporale, la Sardegna sembra calata in un non-tempo, immobile e sospeso. La vicenda potrebbe svolgersi nella prima metà del ‘900 come nel 1700. La Sardegna è viva e, tuttavia, immobile. Gli uomini seguono le leggi temporali, nascono, vivono e muoiono, ma sembra siano solo “accidenti” in un’isola che, pur seguendo l’alternarsi delle stagioni, sembra non essere scalfita né dal “progresso” né dalla secolarizzazione. A questo fa riferimento anche il titolo del romanzo e i continui riferimenti alla luna che evocano la ciclicità del tempo. 

Le donne

Le donne e il femminile in senso ampio, sono le vere protagoniste del romanzo e forse anche della Storia della Sardegna. Il romanzo è raccontato attraverso la voce di più donne, ognuna porta con sé un pezzo di verità che trova il suo senso solo se incastrato con gli altri. Il risultato è un romanzo corale tanto che si arriva a dubitare che la vera protagonista sia Franzisca. 

La Sardegna, la terra madre, genera uomini e donne le cui passioni, taciute ma non per questo nascoste, ritmano la vita sull’isola. Alle donne, in particolare, è affidato il compito di generare, custodire, tramandare, incantare, consolare e anche uccidere. Sebbene nessuna donna abbia fisicamente ucciso, alcune di loro tramano inganni e preparano pozioni affinché gli omicidi possano essere commessi. Gli uomini sembrano dei burattini sapientemente messi in scena dalle burattinaie. 

Anche Istevani, promesso sposo di Franzisca, sembra sprovvisto di volontà e si trasformerà in strumento di riscatto nelle mani di una donna.  

Il realismo magico

Emma Fenu trapianta la lunga tradizione di realismo magico sudamericano, in Sardegna. E ci riesce in modo eccelso. Gli elementi magici e ancestrali appaiono sapientemente, senza forzature. I rituali animisti sono evocati e evocativi. In un mondo che ha perso la magia e conservato la superstizione, ci ricordano che l’essere umano è una parte di un tutto. Le donne, custodi di una tradizione millenaria, sapevano leggere i segni che la natura mandava loro, evocavano gli spiriti e cercavano di influenzare la natura a proprio vantaggio. 

Una magia che dovremmo rimparare a praticare per dialogare con la natura e con le profondità dell’essere umano. 

Link d’acquisto:

https://www.amazon.it/spose-della-Luna-Emma-Fenu-ebook/dp/B085DVZ5VL 

Sinossi: 

Le spose della Luna è un romanzo ambientato nel cuore della Sardegna nel 1911 e ispirato alla vicenda della bandita Paska Devaddis, di Orgosolo. Dopo essere stata falsamente accusata di omicidio, scappò sui monti per sfuggire alla giustizia. Fra faide, amore, odio, morte, misteriose apparizioni, magia bianca e nera, si snoda un’intensa storia di donne forti come pietre nuragiche e potenti come dee, mosse da sentimenti ancestrali.

Titolo: Le spose della Luna
Autore: Emma Fenu
Editore: Officina Milena

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − undici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.