“Il ritorno del cavaliere” di Antonia Romagnoli

“Il ritorno del cavaliere” di Antonia Romagnoli

“Il ritorno del cavaliere” di Antonia Romagnoli

Recensione di Serena Pontoriero

 

“Il ritorno del cavaliere” è l’ultimo romanzo pubblicato da Antonia Romagnoli che, questa volta, ci fa viaggiare nel Medioevo, all’epoca della prima crociata. La storia è sempre ambientata nell’amatissima Inghilterra ma siamo ben lontani dall’epoca Regency. Eppure l’autrice riesce a stupire ancora per le sue grandi conoscenze storiche. Prima di entrare nel vivo del romanzo, vorrei fare i miei più vivi complimenti ad Antonia Romagnoli che ha un sapere enciclopedico sulla storia, gli usi, i costumi, le tradizioni, i luoghi dell’Inghilterra, e non solo. 

La sua passione viscerale per tali temi è comunicativa e, dopo la lettura dei suoi romanzi, o l’ascolto dei suoi live (che consiglio calorosamente, qui: https://www.facebook.com/salottomissdarcy) viene voglia di buttarsi a capofitto nello studio dei vari argomenti affrontati. 

Antonia Romagnoli è una divulgatrice magnetica e “Il ritorno del cavaliere” lo conferma. 

Ci troviamo, dunque, nel Dorset nel 1101, al termine della prima crociata. Owen è un cavaliere che fa ritorno in patria dopo aver combattuto valorosamente contro i mori. Il rientro in Inghilterra, però, sarà del tutto atipico. Il suo migliore amico, Thomas, è morto in Terra Santa ed Owen deve informarne la famiglia che gestisce il feudo di Lulworth. 

Owen viene scambiato per Thomas e da qui inizia una strana serie di qui pro quo, un gioco di maschere che si concluderà in modo del tutto inaspettato. Questo romanzo, infatti, è anche un giallo oltre ad essere un romanzo storico.
Chi sono i veri nemici del feudo? Chi è veramente Owen? Che ruolo svolge nella vicenda l’antipatico Tristan?
A tutte queste domande risponde un sorprendente finale.

Nel mezzo di tutto questo tramestio, nascerà, immancabile, una delicata e appassionata storia d’amore. Antonia Romagnoli riesce a descrivere questo sentimento e le scene d’amore con la delicatezza di una pittrice, senza mai ripetersi, senza banalità. Di particolare pathos la scena dell’incontro notturno fra i due amanti, combattuti fra il lasciarsi andare al desiderio e l’obbligo del rispetto della morale. Il tormento dei due innamorati è descritto benissimo e il lettore soffre con loro immaginando la tensione fisica, da una parte, e la voce della ragione, dall’altra: 

“Perché non gli aveva permesso almeno di rischiarare con un lume? Gli sarebbe parso tutto diverso, e invece si sentiva come in sogno, improvvisamente libero da tutti gli altri pensieri, immerso solo nelle emozioni che lei suscitava”.

E con le stesse rapide e precise pennellate l’autrice ci mostra i paesaggi, facendoceli vivere: 

“l’odore del mare si mescolava a quello della terra e a quello dei fiori nella brezza che sfiorava i prati e muoveva l’erba come un’invisibile carezza”. 

Altro tema caro alla Romagnoli e che ritroviamo anche ne “Il ritorno del cavaliere” è quello dell’emancipazione delle donne. La protagonista femminile del romanzo, Edylin, è la secondogenita di una famiglia nobiliare e il suo destino è più o meno deciso: dovrà sposare un ricco pretendente o diventare monaca. Il suo ruolo sembra, quindi, limitarsi a una funzione secondaria nella vita politica e di castello, comandata dagli uomini. Tuttavia, Edylin è dotata di molto coraggio e di una buona dose di intelligenza. Da sola riuscirà ad occuparsi del padre malato e del feudo, oggetto di continui attacchi e razzie da parte dei banditi. Da sola, sceglierà di intraprendere una vita diversa dando voce, per quanto possibile, ai suoi desideri, alle sue esigenze, alla sua individualità.   

Tra romanzo storico, giallo e romance, e con una spolverata di magia, Antonia Romagnoli ci regala un altro romanzo che tiene incollati alle pagine!  

Link d’acquisto: 

Il ritorno del cavaliere: (Collana Literary Romance) eBook: Romagnoli, Antonia

Sinossi 

Dorset, 1101

Un triste incarico attende Owen Lackname, cavaliere di ritorno dalla Terra Santa: sir Thomas, suo amico fraterno e compagno d’armi, è caduto in battaglia e con le sue ultime parole gli ha chiesto di portare la ferale notizia di persona alla famiglia che lo attende in patria. Owen, accompagnato dagli altri cavalieri reduci dalla Crociata, si appresta a compiere il proprio dovere, ma a causa delle insegne che porta con sé viene scambiato per l’amico perduto. La drammatica situazione in cui versa il piccolo feudo di Lulworth gli impedisce di chiarire l’errore, costringendolo a prendere il posto di Thomas per dare sostegno alla sorella di lui, Edlyn, che da mesi assiste un padre infermo e guida il feudo resistendo agli attacchi di misteriosi nemici. A complicare tutto, però, sono i sentimenti tutt’altro che fraterni che Owen comincia a nutrire per la bella castellana e i segreti sempre più grevi che il cavaliere porta con sé, a partire dalla sua vera identità e dal vero motivo che lo ha ricondotto in Inghilterra…

Totolo: Il ritorno del cavaliere
Autore: Antonia Romagnoli

Potrebbe piacerti anche “La dama in grigio” di Antonia Romagnoli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.