5 Libri Imperdibili – Verso il solstizio d’estate

5 Libri Imperdibili – Verso il solstizio d’estate

Libri Imperdibili

5 Libri Imperdibili

5 Libri verso il solstizio d’estate

a cura di Altea Alaryssa Gardini.
Buonasera! Anche questo mese i Libri Imperdibili arrivano al galoppo e puntuali

Giugno è appena arrivato e, se stasera guardate fuori, vedrete che il solstizio d’estate non è l’unica meraviglia che vedremo nel cielo.

Come saprete certamente, ora che il lockdown è terminato, tutte le librerie sono di nuovo aperte e io ho già approfittato per andare ad adottare qualcuno dei nostri Libri Imperdibili.

Stavo, giusto questa mattina, guardando le vendite del mese scorso e lo ammetto: sono un tantino delusa.

Non tanto per i numeri dell’editoria ma quanto per i titoli. Certo, alcuni di loro sono Libri Imperdibili ma…

C’era una volta, in un paese chiuso per colpa di un minuscolo e imprendibile essere mutante, una popolazione che non voleva sentire altro che storie di complotti, morte, devastazione e ancora complotti.

Non so voi, ma i miei Libri Imperdibili sono stati saggi meravigliosi e romanzi inaspettati. Ho scoperto titoli che non conoscevo, ho recuperato testi che non avevo mai avuto il tempo di esaminare e lo confesso: qualcuno dei miei Imperdibili ha la copertina di un un Libro di Cucina.

Ho scoperto che la cucina giapponese non è solo sushi e che molti ingredienti che guardavo con sospetto, in realtà, sono ottimi e mi piacciono ben più di quanto mi aspettassi.

Pensate, ho approfondito la conoscenza di un viaggiatore, protagonista in un paio di Libri Imperdibili da lunga data, e ho scoperto che, non solo non mi è tanto simpatico, ma che altro lui non è che il riflesso di ogni essere umano.

Quindi, io e Ulisse, ci siamo guardati in faccia e abbiamo deciso che non ci piacciamo ma che questo ci rende come padre e figlia o magari io sono il suo riflesso e lui il mio.

Tremendo no?

Colgo l’occasione per segnalarvi una mostra di grande interesse che è ospite ai Musei di San Domenico di Forlì.

“ULISSE. L’arte e il mito” oltre ad essere splendida, avvolgente e molto stimolante, è pronta a spiegarvi meglio di me il perchè Ulisse e tutti i personaggi di Iliade e Odissea, in realtà, altro non sono che l’umanità.

Favoloso è scoprire come una storia parli di uomini e quegli stessi uomini ne sono talmente affascinati da crearne altre mille inspirate alla prima per poi giungere sempre ad essere protagonisti della prima.

La mostra è prorogata fino al 30 Ottobre, andateci e entrate nel book shop: ci sono Libri Imperdibili che dovete portare a casa con voi!

Fatevi un idea sulla loro pagina Facebook: ULISSE. L’arte e il mito.

Pronti per i nostri Libri Imperdibili?

Molto bene…

Spillover

Autore: David Quammen
Editore: Adelphi, 2014
Libri Imperdibili

«Non vengono da un altro pianeta e non nascono dal nulla. I responsabili della prossima pandemia sono già tra noi, sono virus che oggi colpiscono gli animali ma che potrebbero da un momento all’altro fare un salto di specie – uno “spillover” in gergo tecnico – e colpire anche gli esseri umani …

Il libro è unico nel suo genere: un po’ saggio sulla storia della medicina e un po’ “reportage”, è stato scritto in sei anni di lavoro durante i quali Quammen ha seguito gli scienziati al lavoro nelle foreste congolesi, nelle fattorie australiane e nei mercati delle affollate città cinesi.

L’autore ha intervistato testimoni, medici e sopravvissuti, ha investigato e raccontato con stile quasi da poliziesco la corsa alla comprensione dei meccanismi delle malattie.

E tra le pagine più avventurose, che tengono il lettore con il fiato sospeso come quelle di un romanzo “noir”, è riuscito a cogliere la preoccupante peculiarità di queste malattie».
«LE SCIENZE»

Link all’acquisto:
Perchè non ho intenzione di metterlo sul mio comodino virtuale:

Sinceramente? Ho altri Libri davvero Imperdibili da leggere. Non metto in dubbio il lavoro dell’autore, io credo che lui abbia davvero fatto un gran lavoro di indagine ma lo ha fatto anche Dan Brown prima di creare il Codice da Vinci e io preferisco leggere il secondo, anche se ai tempi molti gridavano ad innumerevoli complotti della Chiesa dopo averlo letto.

I complotti son piaciuti molto in questa pandemia e si è capito.

Olive, ancora lei.

Autore: Elizabeth Strout
Editore: Einaudi, 2020

Libri Imperdibili

Che ne è stato di Olive Kitteridge?

Da quando l’abbiamo persa di vista, l’eroina di Crosby nel Maine non si è mai mossa dalla sua asfittica cittadina costiera, e da lì ha continuato a guardare il mondo con la stessa burbera empatia.

Sono passati gli anni, ma la vita non ha ancora finito con lei, né lei con la vita.

C’è posto per un nuovo amore, nella sua vecchiaia, e amicizie profonde, e implacabili verità. Perché in un mondo dove tutto cambia, Olive è ancora lei.

Olive Kitteridge. Insegnante di matematica in pensione, vedova di Henry, il buon farmacista della cittadina fittizia di Crosby nel Maine, madre di Christopher, podologo a New York, figlio lontano in ogni senso, solo una «vecchia ciabatta» scorbutica per molti in paese; una donna scontrosa, irascibile, sconveniente, fin troppo franca, eppure infallibilmente sintonizzata sui movimenti dell’animo umano e intensamente sensibile alle sorti dei suoi consimili: è questa la creatura che abbiamo conosciuto un decennio fa.

In “Olive, ancora lei”, Elizabeth Strout riprende il filo da dove l’aveva lasciato e in questo nuovo «romanzo in racconti» ci narra il successivo decennio, l’estrema maturità di Olive, dunque.

Ma in questa sua vecchiaia c’è una vita intera. Un nuovo amore, innanzitutto. Jack Kennison è un docente di Harvard ora in pensione, vedovo come Olive. A parte questo i due non hanno granché in comune, eppure la loro relazione ha la forza di chi si aggrappa alla vita, e le passioni che muovono i due amanti – la complicità e il desiderio raccontati in Travaglio, la rivalsa e la gelosia di Pedicure – ne trascendono i molti anni.

Trascendere il tempo è però una battaglia che non si può vincere e racconto dopo racconto, anno dopo anno, Olive si trova ad affrontare nuove forme di perdita.

Deve fare i conti con la propria maternità fallace in Bambini senza madre, con la decadenza fisica in Cuore, con la solitudine in Poeta. Ma contemporaneamente, e senza rinunciare al suo piglio irridente, leva, quasi a ogni racconto, una specie di quieta, tutta terrena speranza.

La vita riserva qui piccoli momenti di rivelazione, istanti di comunione, brevi felicità.

Succede, magicamente, in Luce, succede in Amica, dove l’incontro insperato con l’ultima compagna di strada è insieme un’appagante occasione di rincontro per i lettori di Elizabeth Strout.

Link all’acquisto:
Perchè lo metto sul mio comodino virtuale.

Ci sono due motivi per cui questo è uno dei miei Libri Imperdibili.

Il primo è che la Strout è una garanzia, il suo modo di descrivere l’essere umano nei momenti di maggiore fragilità mi da la speranza di sapere che esiste ancora chi sa osservare le persone.

Il secondo sta nel fatto che ho già letto e visto lo sceneggiato tratto dal primo libro: Olive Kitteridge e, nonostante Olive non sia la persona più cordiale del mondo, ha un fascino a cui è difficile resistere.

Un secondo lungo una vita

Autore: Lisa Molaro
Editore: Youcanprint, 2015

Libri Imperdibili

Beatrice vive dentro a una bolla di sapone: ha una famiglia in cui regna l’armonia, un fidanzato che ama e da cui è ricambiata, ha molti amici ed è sempre sorridente.

Beatrice è fortunata, non sa cosa voglia dire “soffrire”: dentro alla sua bolla respira solamente amori totalizzanti; si muove leggera e crede nell’allegria.

Ma cosa può capitare se d’improvviso, in un solo secondo infernale, la punta di un ago sfiora l’evanescenza fragile della bolla di sapone?

Tutto può rompersi, tutto può disperdersi, tutto può smarrirsi!I colori potrebbero cambiare, tinte pastello potrebbero diventare tonalità talmente accecanti da non poter essere guardate; piedi capaci di camminare solamente su superfici lisce potrebbero essere incapaci di camminare sulla ghiaia.

In un battito di ciglia tutto può capovolgersi. In un secondo si nasce e si muore; in un secondo ci si può perdere o ritrovare.

Quanto sarà difficile, per Beatrice, ricominciare a ridere? Riuscirà a riguardare in faccia la vita? Non un romanzo rosa, non un romanzo di solo dolore: un viaggio all’interno delle emozioni.

Link all’acquisto:
Perchè lo metto sul mio comodino virtuale

Questo libro è già sul mio comodino e sempre ci sarà. Ci ho messo un po’ ad elaborare un lutto che mi ha confuso la vita e questo libro, anche se sembra banale dirlo, mi ha aiutata a mettere le cose in prospettiva. Inoltre, dovete leggerlo, troverete la disperazione tra le parole di zucchero e scoprirete che, quando avete guardato il rosa della copertina e forse vi siete fatti l’idea sbagliata, in realtà questo è un forte lavoro di emozione.

Ulisse. L’arte e il mito.

Catalogo della mostra
Editore: SilvanaEditorial,2020
Libri Imperdibili

Quanti Ulisse! E quante Odissee! Il protagonista dell’Odissea è il più antico e il più moderno personaggio della letteratura occidentale.

Egli getta un’ombra lunga sull’immaginario dell’uomo, in ogni tempo.

L’arte ne ha espresso e reinterpretato costantemente il mito.

Raccontare di Ulisse ha significato raccontare di sé, da ogni riva del tempo, e raccontarlo utilizzando i propri alfabeti simbolici, la propria forma artistica, attribuendogli il significato del momento storico e del proprio sistema di valori.

Dall’Odissea alla Commedia dantesca, da Tennyson a Joyce e a tutto il Novecento, di volta in volta, Ulisse è l’eroe dell’esperienza umana, della sopportazione, dell’intelligenza, della parola, della conoscenza, della sopravvivenza e dell’inganno.

È “l’uomo dalle molte astuzie” e “dalle molte forme”. Saggi di: Marco Antonio Bazzocchi, Mario Finazzi, Francesco Leone Fernando Mazzocca, Fabrizio Paolucci, Claudio Parisi Presicce, Francesco Parisi, Paola Refice, Patrizia Tosini, Ulisse Tramonti, Daniela Vullo.

Link all’acquisto:
Perchè lo metto sul mio comodino virtuale.

Molto facile: ho visto la mostra. Ve l’ho già detto che la mostra è bellissima ma il catalogo è quello che potete portare a casa o usarlo per stuzzicare la vostra voglia di andare a vederla.

Ricordo che è prorogata fino al 30 Ottobre 2020!

Cambiare l’acqua ai fiori

Autore: Valérie Perrin
Editore: Edizioni e/o

Libri Imperdibili

Vincitore nel 2018 del Prix Maison de la Presse, presieduto da Michel Bussi, con la seguente motivazione: “Un romanzo sensibile, un libro che vi porta dalle lacrime alle risate con personaggi divertenti e commoventi”.

Violette Toussaint è guardiana di un cimitero di una cittadina della Borgogna.

Ricorda un po’ Renée, la protagonista dell’Eleganza del riccio, perché come lei nasconde dietro un’apparenza sciatta una grande personalità e una storia piena di misteri. Durante le visite ai loro cari, tante persone vengono a trovare nella sua casetta questa bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale.

Un giorno un poliziotto arrivato da Marsiglia si presenta con una strana richiesta: sua madre, recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel lontano paesino nella tomba di uno sconosciuto signore del posto.

Da quel momento le cose prendono una piega inattesa, emergono legami fino allora taciuti tra vivi e morti e certe anime che parevano nere si rivelano luminose.

Link all’acquisto:
Perchè lo metto sul mio comodino virtuale.

Non l’ho ancora comprato ma tra i Libri Imperdibili che noto dalla copertina, questo mi attira in una maniera che non so spiegare.

Eccoci qui, anche per questo mese vi lascio a sorseggiare aperitivi (ora che potete) e a sfogliare i vostri Libri Imperdibili.

Potrebbero anche interessarvi gli scorsi appuntamenti della rubrica…

5 Libri imperdibili ad un passo da San Valentino

5 Libri imperdibili a Maggio

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.