Dall’altra riva – di Emmanuelle De Villepin

Dall’altra riva – di Emmanuelle De Villepin

Dall’altra riva – di Emmanuelle De Villepin

recensione di Emma Fenu

altra riva

 

Dall’altra riva è un romanzo scritto da Emmanuelle De Villepin ed edito da Longanesi nel 2020.

Dall’altra riva c’è il mondo, l’altro da sè, lo specchio capovolto della nostra storia.

Dall’altra riva c’è il passato con i suoi segreti e il futuro con i suoi enigmi.

Dall’altra riva ci sono i morti e i sentimenti uccisi.

E la vita è il tragitto da un prima a un dopo, dall’utero della madre a quello della terra, da un istante all’altro.

Lo sa bene Nora, la protagonista del romanzo di Emmanuelle De Villepin, che chi ci è accanto può nuotare più veloce o affogare e lasciare la casa di bambole e bambini.

Una madre può abbandonare i propri figli rinnegando l’istinto materno?

Un fratello può essere inghiottito nel nulla senza ritorno?

Una figlia può recidere i ponti con il padre per quarant’anni, presentandosi al suo funerale?

Può accadere. Non sappiamo cosa accadrà nell’altra riva del domani e cosa già accade nell’altra riva degli animi altrui.

L’altra riva è un romanzo breve ma complesso, con un ritmo angosciante e un incastro di voci narranti, punti di vista, immagini simboliche e storie familiari, che induce il lettore a riflettere sulla difficoltà di amare e di comunicare.

A volte si ama bene, spesso male, e non si può amare davvero l’altro se la vita ci opprime e ci costringe a crescere un feto di dolore nel ventre, nell’attesa di partorirlo e scegliere fra la vita e la morte, fra la presenza e l’assenza, fra una sponda e l’altra.

 

Link d’acquisto

https://www.ibs.it/dall-altra-riva-ebook-emmanuelle-de-villepin/e/9788830455658

Sinossi

Al funerale di suo padre, Nora non riconosce nessuno.

Ma in fondo è normale: sono passati quarant’anni dall’ultima volta in cui aveva visto parenti e amici di un tempo lontanissimo che Nora ha cercato di dimenticare.

Quarant’anni da quando è scappata dalla sua famiglia senza mai voltarsi indietro.

Con una sola persona è rimasta in contatto per tutto quel tempo: sua sorella Apolline che con lei ha diviso il dolore dell’abbandono da parte della madre Nadège, donna bella e difficile che dopo aver recitato senza troppa convinzione il ruolo di madre e moglie perfetta era improvvisamente scomparsa, facendo precipitare il marito nella depressione.

Durante la lettura del testamento il notaio consegnerà alle due sorelle un diario scritto dalla madre, col racconto di quel che le era successo dopo la fuga.

Le figlie, sconvolte nello scoprire tante cose sul conto dei genitori, decidono di mettersi sulle tracce della donna. Un viaggio tra Francia e Toscana, tra presente e passato per chiudere un cerchio e scoprire che alcuni legami sono così intensi da sopravvivere a qualunque abbandono.

 

Titolo: Dall’altra riva
Autore: Emanuelle De Villepin
Edizione: Longanesi, 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.