“Lettera a una (ex) amica” di Lela Baini

“Lettera a una (ex) amica” di Lela Baini

“Lettera a una (ex) amica” di Lela Baini

Contest Lettere al Femminile

Lettera a una (ex) amica

Tu sei entrata nella mia vita attraverso l’inganno. Io ti ho accolta, se pur tra mille dubbi.

Ho voluto credere a te e ad A. che tutto fosse normale. Un’amicizia e basta.

Poi mi sono affezionata a te, credendoti sincera e senza doppi fini. Mi sono autoingannata. Non ho dato ascolto ai miei dubbi e alle mie sensazioni.

Hai pensato di sostituirti a me o che tu fossi nel cuore di A.

No, non eri nel suo cuore. Solo forse nella sua mente tramite idealizzazioni.

Tutte quelle foto che nel corso degli anni gli hai mandato, tutti quei messaggi, le videochiamate a qualsiasi ora, quelle richieste di baci e frasi d’amore… Tutto a mia insaputa.

I profili falsi che ti sei creata per ingannarmi meglio. Io ho creduto in te e in quello che mi diceva A. fino a rinnegare le mie più profonde sensazioni e intuizioni. Ho tradito me stessa. Tu hai tradito più che te stessa, se poi c’era qualcosa che potevi tradire…

Ti sei accomodata nel mio salotto, hai girato le mie stanze, hai spiato come vivevo.

Abbiamo condiviso pranzi, uscite, ricorrenze.

Dove ero io eri tu. Anzi, dove eravamo io e A. c’eri sempre tu.

Io fiduciosa sempre. Nessuna ombra nei miei occhi, nelle mie parole, nei miei gesti.

Tu però tramavi e sapevi. Da sempre, fin dal primo giorno.

Malafede e inganno.

Non serve chiamarsi Giuda per tradire. Non sempre è necessario un bacio per tradire.

Tutto prima o poi ci ritorna indietro. Il bene e il male. Ci vuole solo tempo.

Ora io ho svelato il tuo gioco, il tuo inganno.

Vergognati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due + 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.