Solo Dio è innocente – di Michele Navarra

Solo Dio è innocente – di Michele Navarra

Solo Dio è innocente – di Michele Navarra

recensione di Emma Fenu

Dio innocente

 

Solo Dio è innocente è un romanzo di Michele Navarra edito da Fazi nel 2020.

Ci sono luoghi della terra e dell’anima dove non si salva nessuno.

Dove anche il boia è vittima e anche la vittima è boia.

Dove solo Dio è innocente o forse non lo è neppure lui, che è complice omertoso di un libero arbitrio da non concedere.

Il romanzo Solo Dio è innocente, scritto da un avvocato penalista, è un legal thriller avvincente e ben riuscito grazie a ritmo serrato, dialoghi intensi, colpi di scena e precisione nella descrizione dei procedimenti del processo penale.

A Fonni, paese della Barbagia, nel cuore innevato di un’isola di mare, viene ritrovato il cadavere di Gregorio, un quindicenne trucidato con una fucilata nel petto.

Ma Gregorio non è solo un ragazzino: è membro dei Rutzu, famiglia coinvolta in una sanguinosa faida con quella dei Serra.

Per scoprire la verità bisognerà calarsi nell’abisso della vendetta che il codice barbaracino contempla come segno di onore e coraggio, in una parola (sarda) di balentia.

Ma in questa storia del romanzesco balente, ossia del bandito ingiustamente vessato e legato a sacri valori ancestrali, c’è ben poco.

In questa storia ci sono solo criminali.

Criminali che uccidono a sangue freddo, che picchiano donne, torturano animali, mentono, si schierano con i forti e fanno gli eroi con i deboli.

In questa storia nessuno è innocente.

Viene chiamato ad assumere la difesa di Mario Serra, accusato dell’omicidio, Alessandro Gordiani, avvocato romano: il professionista e l’Uomo combatteranno una battaglia fra il legale e il giusto, mettendo in discussione non solo la legge umana codificata, ma anche quella naturale e divina.

All’epilogo, a vertità denudata, Giordano farà ritorno alla sua città, Roma, che è intesa come sede della Lex che si contrappone alla barbarie di un codice che ha perso l’onore, annegandolo nel sangue di innocenti.

Una nota finale: l’autore precisa che il romanzo è frutto di invenzione e che l’ambientazione contemporanea è fittizia, se pur in Sardegna la morte per faida sia relativa a un passato, putrtoppo, non troppo lontano.

 

Link d’acquisto

Sinossi

«Capita di rado che consigli la lettura di un legal thriller e se accade ci sono ottimi motivi. Cominciate a leggere il romanzo di Michele Navarra, è improbabile che riusciate a smettere».
Gianrico Carofiglio

L’assassinio di un ragazzo nella terra appartata e misteriosa del Gennargentu, dove il codice barbaricino è ancora una realtà difficile da contrastare, da avvio a un’indagine complessa, piena di azione e di suspense.

Legal thriller, genere che in Italia vede in Gianrico Carofiglio un punto di riferimento imprescindibile, e che ha come maestri indiscussi John Grisham e Scott Turow, questo libro ragiona sui meccanismi del processo penale nostrano, molto diverso da quello d’oltreoceano, ma ugualmente appassionante.

Nella Sardegna profonda, tra le alture della Barbagia, l’omicidio a sangue freddo di un quindicenne riapre vecchie ferite.

La faida implacabile che oppone da sempre due famiglie rivali sembra non risparmiare proprio nessuno. Il principale sospettato del delitto, Mario Serra, ha già alle spalle una lunga storia di crudeltà e di sangue, forse troppo per poter credere che vi sia ancora un briciolo di umanità in lui.

Questo è il dubbio che tormenta l’avvocato incaricato della sua difesa, Alessandro Gordiani, che, dal suo studio di Roma, parte per l’isola in vista di un processo che minerà le sue convinzioni sulla natura umana e sulla giustizia, che non sempre coincide con il giudizio espresso in tribunale. Costretto a immergersi in una società antiquata e omertosa, Gordiani si sposterà tra Roma e la Sardegna per prepararsi, anche emotivamente, a un complicato processo penale.

Con una prosa intrigante e scorrevole, Solo Dio è innocente è ambientato tra la Roma degli studi legali e la Sardegna primitiva: un romanzo forte e avvincente, con una storia scandita da dinamiche familiari complesse, in cui le colpe dei padri, coinvolti in faide inestinguibili, inevitabilmente ricadono sui figli.

 

Titolo: Solo Dio è innocente
Autore: Michele Navarra
Edizione: Fazi, 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 + 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.