5 Libri Imperdibili ad agosto 2020- 5 Imperdibili ma… perchè?

5 Libri Imperdibili ad agosto 2020- 5 Imperdibili ma… perchè?

LIbri Imperdibili agosto

5 Libri Imperdibili ad agosto 2020

5 Imperdibili ma… perchè?

a cura di Altea Alaryssa Gardini

Salve a tutti, eccoci qui con i nostri Libri Imperdibili ad agosto.

Come va questo agosto? Non ho dubbi che in questo mese stiano uscendo grandi Imperdibili. Ma agosto non è solo questo.

Libri Imperdibili ad agosto, secondo la mia personale esperienza, significa leggere grandi classici, Imperdibili che si è lasciati indietro, titoli leggeri e tanti gialli.

Infatti, senza togliere lustro a tutti gli altri, in classifica abbiamo ancora “Cambiare l’acqua ai fiori” di Valerie Perrin per Edizioni e/o e il romanzo postumo di Camilleri: Riccardino.

Questo agosto non siamo qui per lodare i grandi Libri Imperdibili.

Questo agosto non siamo qui per sapere cosa mi piacerebbe, mi piace o mi è piaciuto avere sul comodino.

Questo mese, I Libri imperdibili sono quelli di cui non ho capito il successo.

Non sto dicendo che sono orribili a livello mondiale – qualcuno deve pur averli comprati – ma affermo che non capisco il perché lo abbiano fatto.

Sono Libri Imperdibili che hanno avuto successo planetario. Io penso che non li comprerei mai, tutto qui.

Vi avevo avvisato che non sarei sempre stata buona con le uscite degli Imperdibili e vi avevo anche accennato che capisco le case editrici ma non sono tenuta a stare sempre in silenzio.

Cosa pensate voi di alcuni di questi titoli? Fatemi sapere cosa pensate di questi Libri Imperdibili, magari è giunta l’ora che io cambi pianeta.

Di tutti i titoli che ho scelto si è già ampiamente parlato e di tutti sono stati tratti uno o più film e, a mio parere, anche di quelli si poteva fare a meno. Anche se a questi Libri Imperdibili e Film Imperdibili si deve riconoscere il merito di aver attirato qualcuno alla lettura.

Pronti?

Ecco i nostri 5 Libri Imperdibili ad agosto 2020

50 sfumature di grigio

Autore: E.L. James
Editore: Mondadori
Libri Imperdibili Agosto

Quando Anastasia Steele, graziosa e ingenua studentessa americana di ventun anni incontra Christian Grey, giovane imprenditore miliardario, si accorge di essere attratta irresistibilmente da quest’uomo bellissimo e misterioso.

Convinta però che il loro incontro non avrà mai un futuro, prova in tutti i modi a smettere di pensarci, fino al giorno in cui Grey non compare improvvisamente nel negozio dove lei lavora e la invita a uscire con lui.

Anastasia capisce di volere quest’uomo a tutti i costi. Anche lui è incapace di resisterle e deve ammettere con se stesso di desiderarla, ma alle sue condizioni.

Travolta dalla passione, presto Anastasia scoprirà che Grey è un uomo tormentato dai suoi demoni e consumato dall’ossessivo bisogno di controllo, ma soprattutto ha gusti erotici decisamente singolari e predilige pratiche sessuali insospettabili… Nello scoprire l’animo enigmatico di Grey, Ana conoscerà per la prima volta i suoi più segreti desideri.

Tensione erotica travolgente, sensazioni forti, ma anche amore romantico, sono gli ingredienti che E. L. James ha saputo amalgamare osando scoprire il lato oscuro della passione, senza porsi alcun tabù.

Davvero vogliamo sapere perché non è sul mio comodino?

Sono diverse le ragioni e non tutte hanno a che fare con il fatto che ad agosto si preferiscono libri “da ombrellone” (definizione che peraltro io non sopporto).

Libri Imperdibili ad agosto non offendetevi!

Punto primo: ho letto le prime 50 pagine e mi chiedo: la mancanza di una grammatica coerente è colpa di chi lo ha scritto o di chi lo ha tradotto?

Non lo so ma si poteva fare meglio. Ho capito che il linguaggio sia cambiato dai tempi della Morante ma da qualche parte i lettori dovranno pur fare pratica di grammatica, non ci si può aspettare lo faccia la tv. Un minimo almeno.

Punto secondo: Il nome preso a prestito da quello della leggenda di una principessa scomparsa fa sembrare tutto un pochino troppo sopra le righe. Da lei hanno preso nomi assurdi tutte le protagoniste, tutte identiche ad Anastasia, che popolano la letteratura erotica. Diciamocelo, la protagonista non è ingenua bensì proprio lontana dalla realtà.

Punto Terzo: mi hanno accusata di non averlo gradito per pudicizia. In realtà non ho nulla in contrario a chi ha bisogno di un po’ più di brio nella vita sessuale ma far diventare i protagonisti due eroi della modernità mi sembra troppo. Potete fare sesso a testa in giù per quanto mi riguarda e potete anche darvi nomignoli tremendi se vi fa stare bene ma, per favore, un manipolatore seriale e la sua sciocca schiavetta non sono eroi. Nel finale può anche sposarla, può anche dimostrare di avere un passato buio che lo ha segnato ma… anche no, grazie!

Lo volete ancora leggere? Vi lascio il link d’acquisto:

Twilight

Autore: Stephenie Meyer
Editore: Fazi
Libri Imperdibili ad agosto

Bella si è appena trasferita a Forks, la città più piovosa d’America.

È il primo giorno nella nuova scuola e, quando incontra Edward Cullen, la sua vita prende una piega inaspettata e pericolosa. Con la pelle diafana, i capelli di bronzo, i denti luccicanti, gli occhi color oro, Edward è algido e impenetrabile, talmente bello da sembrare irreale.

Tra i due nasce un’amicizia dapprima sospettosa, poi più intima, che presto si trasforma in un’attrazione travolgente. Finora Edward è riuscito a tenere nascosto il suo segreto, ma Bella è intenzionata a scoprirlo. Quello che ancora non sa è che più gli si avvicina maggiori sono i rischi per lei e per chi le sta accanto…

Mentre nella vicina riserva indiana riprendono a circolare inquietanti leggende, un dubbio si fa strada nella mente di Bella. Il sogno romantico che sta vivendo potrebbe essere in realtà l’incubo che popola le sue notti.

Davvero vogliamo sapere perché non è sul mio comodino?

Quando venne pubblicato divenne una follia editoriale quasi subito. Mi promisi di leggerlo quando sarebbe passata la buriana ma poi l’ho trovato sul divano di una mia conoscente.

Dieci minuti dopo essere arrivata a metà, mi è arrivato un SMS da Dracula che mi chiedeva, tremendamente affranto, se magari fosse stato lui a non capire nulla dalla non vita.

Secoli a cercare di vendicare la sua esistenza precedente mentre bastava uscire a mezzogiorno per rendersi conto che non sarebbe accaduto nulla.

Per non parlare del dottor Van Hellsing, anche lui allibito perché, dopo aver conosciuto Edward, gli sono sorti migliaia di scrupoli di coscienza.

Questi vampiri non sono pericolosi, tranne che per gli animali, tra cui metto anche gli agnelli che tutti gli anni gli ambientalisti tentano di salvare.

I due protagonisti? Un po’ banali come i due giovani che li hanno interpretati. A discolpa di Robert Pattinson posso dire che negli anni è migliorato e non sembra più sull’orlo del pianto ogni volta che fa qualcosa.

Comprendo che la storia sia piaciuta ai giovani…

Ma del nuovo libro, che narra la stessa storia ma al contrario, se ne faceva a meno. Lo si sarebbe potuto intitolare: “50 sfumature di Edward” tanto ormai…

Ma era necessario sorbirci anche i piagnistei di un vampiro oltre che quelli della sua amata.

Lo volete ancora leggere? Vi lascio in link d’acquisto:

L’amica Geniale

Autore: Elena Ferrante
Editore: Edizioni e/o
Libri Imperdibili ad agosto

Care lettrici, cari lettori, provate a leggere questo libro e vorrete che non finisca mai.
Elena Ferrante, con il suo nuovo romanzo, torna a sorprenderci, a spiazzarci, regalandoci una narrazione-fiume cui ci si affida come quando si fa un viaggio con un tale piacevole agio, con un tale intenso coinvolgimento, che la meta più è lontana e meglio è.

L’autrice abbandona la piccola, densa storia privata e si dedica a un vasto progetto di scrittura che racconta un’amicizia femminile, quella tra Lila Cerullo ed Elena Greco, dall’infanzia a Napoli negli anni Cinquanta del secolo scorso fino a oggi.

L’amica geniale comincia seguendo le due protagoniste bambine, e poi adolescenti, tra le quinte di un rione miserabile della periferia napoletana, tra una folla di personaggi minori accompagnati lungo il loro percorso con attenta assiduità.
L’autrice scava intanto nella natura complessa dell’amicizia tra due bambine, tra due ragazzine, tra due donne, seguendo passo passo la loro crescita individuale, il modo di influenzarsi reciprocamente, i buoni e i cattivi sentimenti che nutrono nei decenni un rapporto vero, robusto. Narra poi gli effetti dei cambiamenti che investono il rione, Napoli, l’Italia, in più di un cinquantennio, trasformando le amiche e il loro legame.
E tutto ciò precipita nella pagina con l’andamento delle grandi narrazioni popolari, dense e insieme veloci, profonde e lievi, rovesciando di continuo situazioni, svelando fondi segreti dei personaggi, sommando evento a evento senza tregua, ma con la profondità e la potenza di voce a cui l’autrice ci ha abituati…
Non vogliamo dirvi altro per non guastare il piacere della lettura.
Dicevamo che L’amica geniale appartiene a quel genere di libro che si vorrebbe non finisse mai. E infatti non finisce. O, per dire meglio, porta compiutamente a termine in questo primo romanzo la narrazione dell’infanzia e dell’adolescenza di Lila e di Elena, ma ci lascia sulla soglia di nuovi grandi mutamenti che stanno per sconvolgere le loro vite e il loro intensissimo rapporto. La storia si dipana nei volumi successivi, per raccontarci la giovinezza, la maturità, la vecchiaia incipiente delle due amiche.

Godiamoci dunque anche questo altro tratto, che è costitutivo del vero lettore: il piacere assaporato e poi dilazionato, l’attesa del seguito, la speranza, tra le tante amarezze di oggi, di un po’ di dolce nel prossimo futuro.

Buona lettura,
Gli editori

Davvero vogliamo sapere perché non è sul mio comodino?

Avete letto la sinossi? Una lettera entusiasta degli editori.

Vi ha convinto? Loro, i libri li devono vendere e fanno bene.

Credo che la narrazione davvero non ne meriti il clamore. Ma poi, tutto questo entusiasmo è davvero dovuto al libro o, piuttosto, molto c’entra con l’alone di mistero che ruota attorno al nome “Ferrante”?

Ho letto qualche intervista all’autrice. Sinceramente, non mi ha sorpreso per arguzia e simpatia.

Inoltre, vogliamo parlare del rapporto tra le due protagoniste? Ogni rapporto è difficile ma questa non è amicizia o non come la intendo io almeno;  comprendo, tuttavia, che possano esserci individui che non sappiano la differenza tra ciò che è sano e ciò che non lo è affatto!

Insomma, a me non è piaciuto e non ne comprendo il successo.

Ma, per fortuna, il mondo non gira attorno ai miei gusti.

Lo volete ancora leggere? Vi lascio in link d’acquisto:

E ora, tra i Libri Imperdibili di agosto, fa la sua comparsa “uno dei titoli a caso” di un autore di cui si parla di frequente.

Chi legge i suoi libri? Non lo so ma vende tantissimo e quando ci si avventura nei gruppi di letteratura e si pone la stessa domanda, la risposta è simile a quella che si ha alle elezioni.

Chi ha letto il suo libro? Nessuno! Eppure il libro vende tantissimo. Chi ha eletto il governo? Nessuno! Eppure il governo è seduto al potere.

Un vero e proprio mistero della fede!

Un posto nel mondo

Autore: Fabio Volo
Editore: Mondadori

Libri Imperdibili ad agosto

Michele ha un amico, Federico.

no di quegli amici con i quali si divide tutto, l’appartamento, la pizza e la birra, ma anche i sogni e le frustrazioni, le gioie e i dolori, e qualche volta le donne.

Un giorno Federico decide di mollare tutto e partire. Stanco della vita monotona di provincia, se ne va alla ricerca dell’altra metà di sé. Michele invece resta.

Quando torna, dopo cinque anni, Federico è cambiato. Ora è sereno, innamorato di una donna e della vita. Sembra una storia a lieto fine, ma non è così. Federico all’improvviso riparte, stavolta per un viaggio molto più lungo. Ritornerà (a sorpresa) nascosto dietro gli occhi di una bambina, Angelica.

Le vicende di Michele, Federico, Francesca e Sophie sono quelle di un gruppo di giovani alla ricerca del loro posto nel mondo. Fabio Volo mette insieme le loro vite come i pezzi di un puzzle, fino a ricomporre un imprevedibile disegno.

Davvero vogliamo sapere perché non è sul mio comodino?

Me lo consigliò una mia conoscente terapeuta. Secondo lei, poteva fare al caso mio e mi sono chiesta, dopo averlo letto, cosa avesse mai capito di me.

Questo libro, come anche gli altri, perché ormai ne leggo gli estratti solo per vedere se cambia qualcosa, è la fiera delle banalità. La gente vive così le proprie vite?

L’esistenza è davvero un cliché che si sussegue senza un minimo di senso di realtà?

Nulla, io non riesco proprio a comprendere il successo di questo autore che decanta banalità anche quando è in televisione e viene acclamato come fosse un filosofo.

Sto dicendo cattiverie? Non turbatevi, lui non se ne farà il minimo problema. Del resto, perché dovrebbe? Lo pagano per il suo lavoro come io vengo pagata per il mio.

In ambito lavorativo siamo tutti diversi, magari anche lui.

Lo volete ancora leggere? Vi lascio in link d’acquisto:

Tre metri sopra il cielo

Autore: Federico Moccia
Editore: TEA
Libri Imperdibili ad agosto

Babi e Step, due personaggi letterari ormai entrati nell’immaginario collettivo, due nomi diventati sinonimo di «primo grande amore». Nel 1992 Federico Moccia pubblica a sue spese “Tre metri sopra il cielo”, dando inizio a un fenomeno prima sotterraneo e poi deflagrato più di dieci anni dopo con l’uscita di una nuova edizione, più breve e aggiornata agli anni Duemila.

Ed è proprio quella versione del 1992, la «versione originale», che viene ora riproposta per vivere – o rivivere – in tutte le sue sfumature le emozioni di una storia che ha segnato generazioni di adolescenti.

Perché Babi e Step non sono solo i protagonisti di un amore impossibile tra un ragazzo violento, in conflitto col mondo intero, e una ragazza di buona famiglia, prigioniera delle convenzioni sociali.

C’è di più oltre le corse in moto, le fughe, le risse, i baci e la scoperta del sesso.

La storia di Babi e Step sa trasmettere quel senso di assoluto che rende unico e indimenticabile il primo, vero amore.

Davvero vogliamo sapere perchè non è sul mio comodino?

Fu il primo libro che fece impazzire le giovani lettrici, ma anche qualche ragazzo ha perso ben più di un neurone.

Comparirono scritte sui cavalcavia, lucchetti in tutta Italia e cose varie. Improvvisamente, rischiare di ammazzarsi in moto era diventato eroico e avere un amore tormentato era ritornato a essere di moda.

Ma, al contrario di Romeo e Giulietta, i due ragazzi non si suicidano. Loro sono protagonisti di un libro, non sono certa delle intenzioni di coloro che si sono arrampicati – o calati – dai cavalcavia con una bomboletta.

Un atto di amore?

Forse sarebbe stato meno pericoloso, per se stessi e per gli altri, regalare alla bella di turno un giorno di assenza da scuola con annessa gita.

Insomma, dopo l’ondata di romanticismo un tantino stucchevole e irreale, rimane la sensazione di aver passato il tempo a leggere una storia di due moderni Montecchi e Capuleti e con la stessa morale: l’amore è un altro affare dall’egoismo.

Lo volete ancora leggere? Vi lascio in link d’acquisto:

Vi ho fatto arrabbiare? No dai, è solo la mia opinione.

Questo sono soli i 5 Libri Imperdibili ad agosto, da settembre vi consiglierò libri che apprezzo.

Forse, non posso garantirvelo sempre.

Abbiamo parlato di casi editoriali che hanno scosso l’opinione pubblica ben prima di me. Sono titoli che venderanno ancora o che tra qualche anno verranno dimenticati ma non sarò io a deciderlo.

Pensate che anche l’attuale Presidente degli Stati Uniti ha dovuto dire la sua su uno di questi titoli.

Lui si che aveva davvero esagerato oltre a diventare ridicolo, ma ormai ci è abituato.

Volete leggere le altre puntate della rubrica dei Libri Imperdibili?

5 LIBRI IMPERDIBILI – CINQUE LIBRI SUI LETTINI AL SOLE

5 LIBRI IMPERDIBILI – VERSO IL SOLSTIZIO D’ESTATE

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + diciannove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.