1Q84 Libro primo – di Haruki Murakami

1Q84 Libro primo – di Haruki Murakami

1Q84 Libro primo – di Haruki Murakami

recensione di Maria Lidia Petrulli

1Q84

 

1Q84 Libro primo è l’esordio di una trilogia di Haruki Murakami edita da Einaudi nel 2014.

Con chiaro riferimento a 1984 di George Orwel, in comune col quale ha il Grande Fratello non di un’intera società ma di una setta, in cui si riproducono gli aspetti peggiori di un mondo guidato da una politica malata di potere, questo romanzo è forse l’opera più ambiziosa di Murakami, nel quale si intrecciano diversi generi: politico, d’amore, thriller e con una nota, se non di fantastico, almeno di surreale.

L’autore narra per storie parallele le vite dei suoi due personaggi principali, Aomamé e Tengo, uniti da elementi che il narratore rivela progressivamente, pagina dopo pagina, disegnando un complesso puzzle.

Intorno a ognuno dei protagonisti si muovono altri personaggi indispensabili all’economia della storia, tutti perfettamente tratteggiati e che si incastrano anch’essi con le storie degli altri personaggi.

Il mondo disegnato da Murakami oscilla fra dimensioni la cui diversità è appena percettibile.

1Q84 è un romanzo complesso in cui l’autore affronta molti temi di valenza attuale, quali la violenza fisica e psicologica esercitata sulle donne e sui bambini sia fra le mura domestiche che fuori. E gli aspetti morali che vi sono connessi.

Poiché questo genere di crimine è riconosciuto sulla carta, ma un insieme di cavilli porta a far sì che gli autori la fanno franca e che a pagare siano sempre le donne e le altre vittime, è lecito trovare soluzioni alternative per risolvere il problema? E fino a che punto ci si può spingere?
L’autore non dimentica le sfaccettature politiche e la corruzione, il peso delle ideologie portate alle oro estreme conseguenze, quelle che aprono le porte agli eccessi del potere su chi è più fragile.

Il tutto accompagnato da una logica di machiavelliana maniera.

I personaggi di 1Q84 sono un ventaglio di caratteristiche cangianti.

Ci troviamo di fronte a un giovane Tengo che ha un atteggiamento passivo verso la vita, che sembra non avere interesse alcuno nei confronti sé stesso. Tengo ha bisogno di essere “svegliato” da una diciassettenne dislessica e dalla sua “Crisalide dell’aria”.
Contemporaneamente ci confrontiamo con personaggi femminili fuori dal comune, forti, decise, sole. Delle moderne amazzoni. Aomamé ci affascina con la sua cruda determinazione, che non concede mai nulla a sé stessa, la sua spietata onestà.
Un posto non di secondo piano hanno nel romanzo le relazioni familiari, tanto da ritrovarci a soppesare le conseguenze che ha sulla crescita il rapporto genitore-figlio. Siamo figli della nostra storia, sembra ripetere a ogni pagina l’autore.

Ho trovato un solo difetto in 1Q84 . Murakami ripete diverse volte concetti e frammenti delle storie di cui parla, come se avesse dimenticato di averle già ampiamente trattate e non come rinforzo. Probabilmente una svista in un’opera di proporzioni notevoli.

Questo nulla toglie al fatto che sia un romanzo intenso, che ci propone quesiti e soluzioni, sarà poi a noi di scegliere se adottarle o meno, e che ci fa pensare, ci trascina fuori dal bozzolo protettivo che ci siamo creati intorno imponendoci di pensare e agire. Fuori dalla zona di confort in cui siamo abituati a rimanere.

Link d’acquisto

Sinossi

Tokyo, 1984.

Aomame è un’assassina spietata e fragile.

In minigonna e tacchi a spillo, vendica tutte le donne che subiscono violenza, con una tecnica micidiale e invisibile.

Tengo è un ghost writer che deve riscrivere un libro inquietante, pericoloso come una profezia. Entrambi si giocano la vita in una storia che sembra destinata a farli incontrare. Ma quando Aomame vede sorgere in cielo una seconda luna, capisce che, forse, non potranno condividere neppure la stessa realtà…

Titolo: 1Q84, Libro Primo

Autore: Haruki Murakami

Edizione: Einaud, 2014

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.