Autore: Serena Pontoriero

il sapore delle parole inasapettate

“Il sapore delle parole inaspettate” di Giulia Zorat

“Il sapore delle parole inaspettate” di Giulia Zorat Recensione di Serena Pontoriero “Il sapore delle parole inaspettate” è il primo riuscitissimo romanzo di Guilia Zorat, edito da Il Libraio. La trama si articola intorno a cinque personaggi principali: Josephine, proprietaria di una pasticceria a Parigi; Jacques, l’innamoratissimo marito di Josephine con cui condivide la vita…
Leggi tutto

“Suburra – terza e ultima stagione” di Serena Pontoriero

Suburra – terza e ultima stagione di Serena Pontoriero A maggio vi raccontavo della mia passione per la serie Netflix “Suburra” e scrivevo che non vedevo l’ora che uscisse la terza stagione. Per ingannare l’attesa, protratta a causa della pandemia, ho letto il romanzo omonimo. Poi, finalmente, il 30 ottobre la tanto agognata ultima stagione…
Leggi tutto

“Parole migranti” AA.VV. a cura di Barbara Gabriella Renzi

“Parole migranti” AA.VV. a cura di Barbara Gabriella Renzi Recensione di Serena Pontoriero “Parole migranti” è un’antologia composta da poesie, racconti brevi e pagine di diario scritti da una ventina di donne emigrate, curata da Barbara Gabriella Renzi e edita de PAV edizioni.  Tante voci, tanti stili narrativi, anche dei quadri per illustrare l’esperienza dell’espatrio.…
Leggi tutto

nomigolo la ragna-matta

“La ragna matta” di Elisabetta Calabrese

Adelina da giovane era talmente bella che suo padre, povero contadino, fece fatica a tenere a bada i tanti pretendenti. Per darle un futuro rassicurante, con i pochi risparmi messi da parte, il suo genitore le fece frequentare una scuola per ricamatrici. Così venne data in sposa ad un ricco commerciante, che durante una traversata…
Leggi tutto

“Un paese è per sempre” di Maria Grazia Casagrande

Avrei potuto trovarmi in qualsiasi parte del mondo, ma quando sentivo le campane suonare il mio essere più profondo era come scaraventato a Susa in una sorta di teletrasporto. Subito avvertivo nell’aria quel profumo di montagna, i tonfi della Dora che irrompevano sui sassi levigati e bianchi e annusando l’aria riuscivo persino a riconoscerne il…
Leggi tutto

il solito giovedì sera

“Il solito giovedì sera” di Alessandra Nitti

È il solito giovedì sera, c’è la solita festa latina. L’afoso caldo dei tropici sta a pennello con quelle note che sanno di appiccicoso. Il locale è affollato, rendendo tutto ancora più vischioso. Scivoloso. “Oso” scorre sensuale tra le gocce di sudore dei ballerini, chi più chi meno capace, ma tutti lì per divertirsi. La…
Leggi tutto

zolletta

“Zolletta” di Ilaria Notarantonio

Assaporo una zolletta di zucchero in segreto e, puntuale, arriva il ricordo che accompagna quel sapore. Ho quattro anni e sono seduta sul sedile posteriore della Lancia Thema di mio nonno materno. Lui, con il suo sorriso smagliante, prende da un piccolo contenitore una zolletta di zucchero; poi me la porge accostando l’indice al naso…
Leggi tutto

“The last kingdom” – serie Netflix – I vichinghi alla conquista dell’Inghilterra. Di Serena Pontoriero

“The last kingdom” – serie Netflix – I vichinghi alla conquista dell’Inghilterra. Di Serena Pontoriero   “The last Kingdom” è una serie TV britannica ispirata dalla saga letteraria “Le storie dei re sassoni” scritta da Bernard Cornwell. La prima stagione è uscita su Netflix nel 2015 e l’ultima, la quarta, nell’aprile di quest’anno, 2020. In…
Leggi tutto

Serendipità: l’amore ai tempi dell’espatrio

“Serendipità: l’amore ai tempi dell’espatrio, tra realtà e sogno” di Chiara Benedetto

“Quando si scrive una poesia è frequente la serendipità: miri a conquistare le Indie e raggiungi l’America.” Andrea Zanzotto Claudia e Livia sono due trentenni napoletane. Si sono conosciute all’università, alla facoltà di Chimica. Non si frequentano spesso, ma sono due buone compagne e c’è molta stima tra loro. Adesso Claudia vive a Parigi, Livia…
Leggi tutto

verde talismano

“Verde talismano” di Fabiola Falcone

Stavo passeggiando per quei graziosi mercatini dai colori vivaci, completamente inebriata dai profumi delle spezie orientali, quando la mia attenzione venne attratta da una bancarella di gioielli color smeraldo. Fui come rapita: non riuscivo a distogliere il mio sguardo da quelle pietre preziose, finché un anziano signore dai tratti asiatici mi diede una pacca sulla…
Leggi tutto