racconto incompiuto

“Il racconto incompiuto” di Rita Vecchi

“Il racconto incompiuto” di Rita Vecchi   Si alzava sempre troppo presto, ma senza alcun sforzo: il suo corpo aveva sviluppato dei bioritmi precisi, per cui, verso le 4:30, ogni mattina, il suo cervello emergeva in fretta da un sonno leggerissimo e breve, che comunque le risultava sufficiente. Quattro mesi prima, aveva iniziato ad abbozzare…
Leggi tutto