Tag: sabrinacorti

“La mammana” di Antonella Ossorio

“La mammana” di Antonella Ossorio. recensione di Sabrina Corti Lucina è una levatrice. Come dice il suo nome, dà alla luce: aiuta le donne a partorire. È colei che un tempo, soprattutto nell’Italia meridionale, si chiamavano “le mammane”. Ma a Lucina, le donne di Marzanello ricorrono raramente, e solo quando non se ne può fare…
Leggi tutto

Dieci piccoli indiani (…e poi non rimase nessuno)

“Dieci piccoli indiani (… poi non rimase nessuno)” di Agatha Christie recensione di Sabrina Corti Mettete una gita in montagna. Aggiungete dieci bambini tra i 6 e i 12 anni, un classico di Agatha Christie, mescolate e … il gioco è fatto. E allora M diventa Marston, L diventa Macarthur, N diventa Wargrave e via…
Leggi tutto

“La nemica” di Brunella Schisa

“La nemica” di Brunella Schisa recensione di Sabrina Corti La nemica di cui si parla è Maria Antonietta d’Asburgo Lorena, Regina di Francia. La sua antagonista è Jeanne Valois de La Motte. La storia, conosciuta come “l’affare della collana” o, in lingua francese, “l’affaire du collier” è  nota: Jeanne de La Motte, cortigiana sconosciuta alla…
Leggi tutto

“Il prodigio” di Emma Donoghue

“Il prodigio” di Emma Donoghue recensione di Sabrina Corti Irlanda, seconda metà del diciannovesimo secolo. Anna O’Donnel ha undici anni ed è prodigiosa. Non si ciba di nulla da quattro mesi e non mostra segni di deperimento né di sofferenza. La notizia finisce sui giornali e presto si diffonde in tutta l’Irlanda e oltre. Moltissimi…
Leggi tutto

La colpa degli altri di Gila Lustiger

La colpa degli altri di Gila Lustiger recensione di Sabrina Corti Parigi, estate 2011. La polizia arresta un uomo  per l’omicidio di una giovane prostituta avvenuto ventisette anni prima. Il presunto omicida è Gilles Neuhart, un bancario dalla vita anonima. Sembra una notizia di cronaca priva di interesse ma Rappaport, un cronista di  “nera” di…
Leggi tutto

Terra perduta di Ann Moore

“Terra perduta” di Ann Moore recensione di Sabrina Corti C’è una terra che, nell’immaginario collettivo, è considerata la terra fertile, la terra dai colori vivaci, la terra per eccellenza: l’Irlanda. Ma questa terra meravigliosa non è sempre stata fertile, nè madre, nè benigna. Contea di Cork: 1844. Gli O’Malley discendono da una famiglia un tempo…
Leggi tutto

“La figlia del boia” di Olivier Potzsch

“La figlia del boia” di Olivier Potzsch recensione di Sabrina Corti Baviera XVII secolo. Il cadavere di un bambino viene trovato sul greto di un fiume nel tranquillo paese di Schongau. Sulla scapola, il piccolo orfano reca un segno che i soccorritori non esitano a definire “segno di strega”. E a quel punto, la soluzione…
Leggi tutto